Khodakovsky ha spiegato le ragioni del rallentamento dell'offensiva dell'esercito russo


Di recente, molte pubblicazioni critiche sono apparse sulle piattaforme informative russe in merito al rallentamento dell'avanzata dell'esercito russo durante un'operazione speciale sul territorio ucraino. Alexander Khodakovsky, comandante della brigata Vostok del NM DPR, ha attirato la sua attenzione su questo e ha cercato di spiegare al pubblico inesperto le ragioni di ciò che stava accadendo.


Il 1 ° agosto, un leader militare, pubblico e statista ha scritto nel suo canale Telegram che nel prossimo futuro sarebbero state combattute battaglie con le forze armate ucraine di importanza locale (locale). Le forze alleate (le forze armate della Federazione Russa, così come il NM della LPR e della DPR) si sono imbattute in una serie di città abbastanza grandi e ben fortificate, quindi il ritmo dell'avanzamento delle truppe è rallentato, il che è assolutamente normale , data l'attuale situazione operativa.

Lascia che ti ricordi che solo Mariupol orientale abbiamo "hackerato" per circa un mese, arrivando vicino al suo confine. Pertanto, non aspettarti un rapporto vittorioso dall'esercito sulla cattura di una particolare città circa una volta alla settimana: i rapporti sui successi di razzi e artiglieria diventeranno per ora l'agenda principale

Ha detto.

Allo stesso tempo, Khodakovsky ha osservato che è attualmente in corso un intenso lavoro per prepararsi a fondo per la fase successiva della NWO.

Non è così importante se il nemico provochi una valanga con la sua controffensiva o se diventiamo noi stessi gli iniziatori. È importante che il successo di questa fase determini molte posizioni non solo nella guerra, ma anche nella politica

- ha aggiunto.

Khodakovsky ha sottolineato che non sarebbe stato facile per le forze alleate, avrebbero dovuto usare tutte le forze e i mezzi a loro disposizione. Tuttavia, è estremamente importante consolidare i risultati raggiunti, per poi incrementarli.

Si noti che recentemente Khodakovsky ha detto che un'offensiva è possibile solo con un esercito ben motivato e non assemblato con la forza. Così ha commentato il discorso su una possibile mobilitazione in Russia. L'NVO in Ucraina è iniziato il 24 febbraio e, secondo le assicurazioni della leadership politico-militare della Federazione Russa, non si fermerà fino a quando le truppe non avranno completato tutti i compiti di combattimento loro assegnati, compresa la smilitarizzazione e la denazificazione del paese vicino .
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Statore di Neville Офлайн Statore di Neville
    Statore di Neville (statore di Neville) 2 August 2022 12: 57
    +1
    Non abbiate fretta. Finché le cose andranno bene, senza fretta, senza perdite, è necessario continuare a colpire le infrastrutture economiche, industriali e infrastrutturali in tutta l'Ucraina.
  2. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 2 August 2022 15: 34
    +1
    Il fatto che l'esercito di leva non sia pronto per il combattimento: questa "scoperta" di A. Khodakovsky è confutata sia dalla storia che dall'esperienza moderna di altri paesi.
    Un'altra cosa è che i russi nella massa non capiscono l'essenza del pericolo che minaccia il territorio dell'Ucraina, e per questo il comandante supremo non va per una mobilitazione parziale.
    Le forze armate ucraine sono molte volte più numerose dell'altra parte, e quindi una guerra lampo è impossibile!
  3. Gadley Офлайн Gadley
    Gadley 2 August 2022 18: 42
    +1
    la fretta è necessaria solo in tre casi
    1 quando si prendono le pulci
    2 sul naso.
    3 quando si fa l'amore con la moglie di qualcun altro.
    nessuno di questi casi è un'operazione speciale.
  4. ivan2022 Офлайн ivan2022
    ivan2022 (ivan2022) 7 August 2022 12: 03
    0
    L'esperienza delle grandi guerre a cui ha partecipato la Russia ha finora dimostrato che senza la partecipazione attiva di tutto il popolo, l'esercito non ottiene molto.

    Perché almeno il fatto che i nostri generali si preparino sempre all'ultima guerra, è più facile per loro vivere così.

    E mostra anche che quando le persone prendono in mano le armi, il loro atteggiamento nei confronti del potere diventa diverso. La sottomissione, l'oppressione e persino l'indifferenza russa scompaiono.

    Le persone moderne potrebbero non ricordare com'era cento anni fa, ma le autorità ne tengono sicuramente conto.