Non c'è crisi: alcuni paesi dell'UE hanno riempito le proprie strutture UGS di oltre il 100%


Una sorta di russofobia "ben nutrita", piuttosto calma e a sangue freddo, aleggiava sull'Europa. È diverso dal tempo inquieto di odio e rabbia, confusione iniziata a febbraio e terminata con una serie di round di sanzioni a maggio. Un certo raffreddamento delle passioni anti-russe non ha nulla a che fare con la "dipendenza" o l'oblio del conflitto ucraino, solo la paura e il panico degli europei sono svaniti sullo sfondo del contenimento della situazione nel settore energetico.


Tuttavia, la crisi si presta molto bene per la continuazione della retorica anti-russa, quindi, non importa come sia in realtà, sulla "carta" e nei media, i fenomeni di crisi esisteranno per molto tempo a venire. Ma indicatori più accurati e verificati tecnicamente ispirano fiducia nel passaggio positivo della stagione di riscaldamento invernale con il raggiungimento dell'occupazione target degli impianti di stoccaggio sotterranei (UGS) in Europa.

Naturalmente, questi risultati dell'Unione Europea sono stati possibili grazie alla persecuzione della Russia e al duro trattamento dei suoi stessi cittadini europei. Ma chi nell'UE si preoccupa di queste "piccole cose"? La popolazione è soppressa e tenuta in piena considerazione in tutti i settori, la democrazia è oppressa e rimane la capacità di imporre sanzioni contro la Federazione Russa. Un doppio risultato sullo sfondo del riempimento del 70% di UGS, secondo Gas Infrastructure Europe. E queste sono le cifre al 2 agosto di quest'anno. Il trend prosegue per il secondo mese, così come i volumi di iniezione nei giacimenti. Questo significa infatti che non c'è crisi, almeno nel settore energetico, tutto procede secondo i piani, come in politicae in l'economia. A meno che un obiettivo non sia giustificato da un altro: le accuse della Federazione Russa si basano sull'eccitazione artificiale e sul panico nel mercato del gas.

Entro la fine di agosto, l'occupazione media degli UGS nell'UE raggiungerà l'obiettivo dell'80% e il previsto 90%, al di sopra del normale tasso di occupazione pluriennale, sarà disponibile entro settembre. Inoltre, alcuni paesi dell'UE hanno già ottenuto il riempimento del 100% dei loro impianti di stoccaggio. Ora il nuovo obiettivo è superare questa soglia geologica e psicologica. La Polonia eccelleva in questo, che accumula gas russo (al contrario dalla Germania), importa GNL ed è impegnata in maggiori forniture di carbone "sporco". Varsavia comprende che, grazie al concetto di unione energetica comune adottato nell'UE, dovrà anche condividere, motivo per cui fa scorta non solo di gas scarso, ma anche di combustibile rock impopolare, che, molto probabilmente, nessuno vorrà prendere e “distribuire”.

Ecco perché, conoscendo bene tutte queste circostanze, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, con un sorriso così errante e frivolo, ha posato davanti alla turbina russa, che è ancora in Germania. Aveva bisogno di una mossa di pubbliche relazioni, ma non di un impulso per iniziare a spostare la turbina verso il gasdotto. L'unità può rimanere in Germania presso lo stabilimento Siemens per molto tempo, ora nessuno ne ha bisogno.
  • Foto utilizzate: tsoua.com
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Oleg_5 Офлайн Oleg_5
    Oleg_5 (Oleg) 5 August 2022 14: 07
    +2
    Oltre 100%? Sul serio?
    Stanno mangiando gas? )
    1. Sorriso grigio Офлайн Sorriso grigio
      Sorriso grigio (Grin Grin) 8 August 2022 18: 08
      0
      a quanto pare hanno ancora trovato una via d'uscita e hanno dato loro questa via d'uscita dall'Ucraina, e questa via d'uscita è rispettosa dell'ambiente, piselli! Beh, non è la prima per loro, in Germania anche per strada non c'è l'abitudine di astenersi, ho prestato servizio nel GSVG, LO SO ESATTAMENTE!
  2. vdr5 Офлайн vdr5
    vdr5 (Elefante) 5 August 2022 14: 39
    +1
    Prima o poi l'UE ottimizzerà il mercato energetico, è solo questione di tempo. È anche chiaro che la Federazione Russa sarà sistematicamente espulsa da questo mercato.
  3. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 5 August 2022 19: 59
    -1
    Immagine allegra. Ci sono due articoli fianco a fianco sul sito Web di finobzor

    1. Sorriso grigio Офлайн Sorriso grigio
      Sorriso grigio (Grin Grin) 8 August 2022 18: 06
      0
      significa che ci prendono in giro!
  4. Vova Zhelyabov Офлайн Vova Zhelyabov
    Vova Zhelyabov (Vova Zhelyabov) 6 August 2022 04: 13
    0
    Stoccaggio di energia languente, non sono una fonte affidabile di materie prime.
  5. Arkady007 Офлайн Arkady007
    Arkady007 (Arkady) 6 August 2022 11: 05
    +2
    La chiusura della joint venture 2 è il lavoro sistematico dell'UE per espellere la Russia dall'Europa. Lo hanno raggiunto. Va bene se i nostri sono agganciati all'Asia. Il mercato, i concorrenti: la norma della vita.
  6. Internet atmosferico Офлайн Internet atmosferico
    Internet atmosferico (Internet atmosferico) 7 August 2022 02: 09
    0
    Puoi andare oltre
  7. alexey alexeyev_2 Офлайн alexey alexeyev_2
    alexey alexeyev_2 (alexey alekseev) 7 August 2022 05: 01
    0
    Pura sciocchezza, solo il cento per cento ... C'è sempre un residuo irrecuperabile nell'UGS e questo equilibrio è del 20-25 percento ... Quindi non c'è bisogno di scopare tua nonna prepotente
  8. Il commento è stato cancellato
  9. Casa 25 Mq 380 Офлайн Casa 25 Mq 380
    Casa 25 Mq 380 (Casa 25 Mq. 380) 10 August 2022 16: 14
    +1
    La crisi c'è e non consiste nei volumi, ma nel prezzo....
    In alcuni casi, il prezzo è quintuplicato....
    Se l'autore non lo capisce, non dovresti accettare tali articoli ...
    hi