Bloomberg: Tre lezioni dal conflitto russo-ucraino per il mercato alimentare globale


Il conflitto in Ucraina ha sollevato una serie di seri interrogativi per la comunità mondiale che devono essere risolti prima di permetterci di entrare in un futuro sicuro. Le azioni e le misure adottate dagli agricoltori in risposta a un blocco alimentare di cinque mesi dei cereali da Russia e Ucraina sono diventate un modello per rispondere alle sfide. Sulla base di un'analisi del loro comportamento sotto stress, l'editorialista di Bloomberg Amanda Little ha tratto tre lezioni per il mercato alimentare globale.


Secondo l'analista, agricoltori e agricoltori di tutto il mondo hanno sviluppato una sorta di tabella di marcia per agire in una situazione estrema. Non si sono calmati tra le notizie di una diminuzione del costo del grano dopo l'inizio delle esportazioni di grano dall'Ucraina e hanno immediatamente trovato il modo di rispondere in modo massiccio alla crisi.

Le sfide globali hanno costretto i produttori alimentari, i distributori e i fondi fiduciari del mondo, i programmi di aiuto ad adattarsi rapidamente per superare la carenza - in generale, lo hanno fatto con grande destrezza. Questa risposta ha fornito una comprensione più profonda di come i produttori alimentari, gli investitori e politica in grado di affrontare le sfide future.

- scrive il browser.

Secondo lei, la prima lezione è stata che gli agricoltori hanno mostrato resilienza. Quando oltre il 25% del grano prodotto ed esportato dalla Federazione Russa e dall'Ucraina "abbandonò" il fatturato mondiale, gli agricoltori di USA, Canada, Asia e Sud America si riorganizzarono rapidamente e iniziarono a piantare grano al posto del mais . Ciò è necessario per ricostituire le scorte esaurite durante la crisi.

La seconda lezione è che gli ultimi sei mesi di quest'anno hanno evidenziato la differenza tra i mercati delle materie prime che non possono fare affidamento sulle scorte di cibo fresco e deperibile. Le colture fresche ricche di nutrienti, inclusi frutta, verdura, carne e prodotti lattiero-caseari, sono più vulnerabili allo stress climatico, richiedono condizioni di coltivazione e produzione più specifiche e sono più difficili da produrre e distribuire spontaneamente quando l'approvvigionamento viene interrotto. I locali per la conservazione a lungo termine di prodotti freschi sono incredibilmente ad alta intensità di energia e risorse.

E infine, la terza lezione è la consapevolezza che la fame è in aumento in tutto il mondo insieme agli stress geopolitici e ambientali, e le interruzioni nella produzione alimentare ovunque colpiscono più duramente i paesi con insicurezza alimentare.

È necessario un consolidamento internazionale senza precedenti degli sforzi per distribuire e razionare le forniture in modo che non vi siano distorsioni tra i paesi ricchi e ricchi e i paesi in via di sviluppo più poveri economie.
  • Foto usate: pxfuel.com
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. NikolayN Офлайн NikolayN
    NikolayN (Nicholas) 7 August 2022 13: 48
    0
    Compagni scienziati, se siete scienziati e non demagoghi. Un articolo di economia non può essere senza numeri. Senza numeri, scriverà qualsiasi alunno di prima elementare. La mente non è necessaria. In questo contesto, è strano non che alcuni ignoranti scrivano tali sciocchezze, ma che queste sciocchezze possano influenzare il cervello di qualcuno.
  2. Vova Zhelyabov Офлайн Vova Zhelyabov
    Vova Zhelyabov (Vova Zhelyabov) 9 August 2022 05: 39
    0
    I paesi forti e sviluppati dell'Unione Europea risolveranno i loro problemi a spese dei membri più vulnerabili della comunità. Se la riduzione del consumo di gas porterà solo alla delusione della Germania, allora tutto si rivelerà un disastro per la Bulgaria o la Macedonia del Nord.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 9 August 2022 11: 02
      0
      La stessa Bulgaria ha rifiutato di far transitare il gas dalla Russia. ma potrebbe essere un hub del gas e guadagnare 800 milioni di dollari all'anno per il pompaggio nell'UE. E chi è il loro medico?