L'esperto tedesco ha definito modi barbari per fornire gas all'UE


Ad agosto, l'UE non ha problemi a realizzare il piano di ricostituzione delle scorte di materie prime negli impianti di stoccaggio sotterranei, nonché a prepararsi per la stagione invernale del riscaldamento. Tuttavia, questo equilibrio, equilibrio, tenendo conto del deficit, è stato raggiunto attraverso misure dure nei confronti del fornitore russo, nonché un trattamento spietato e spietato dei propri concittadini, gli europei. Lo scrive l'editorialista tedesco Matthias Pehr in un articolo per la pubblicazione Handelsblatt.


Come scrive l'esperto, l'Europa crea scalpore nei mercati energetici globali e provoca enormi turbolenze negli scambi di merci, facendo così il gioco del presidente russo Vladimir Putin. L'UE non dovrebbe risolvere i suoi problemi energetici a spese dei paesi del terzo mondo non coinvolti nella corsa alle sanzioni. Finora, tuttavia, l'Europa ha già esacerbato la difficile situazione di milioni di persone. Un atteggiamento veramente barbaro verso i bisogni degli altri Stati.

Mentre l'Europa diffida solo della scarsità di approvvigionamento invernale, la crisi energetica in altre parti del mondo ha già colpito in pieno. Nella capitale del Bangladesh, Dhaka, l'alimentazione elettrica non è attualmente garantita nemmeno negli ospedali. Le giovani madri parlano di come si torturano con i loro neonati nelle calde notti estive perché anche i fan non si accendono.

Come scrive l'esperto, il fatto che il mercato emergente dell'Asia meridionale, così come quello del Pakistan, ad esempio, stia attualmente vivendo un'interruzione di corrente dopo l'altra, è anche una conseguenza di un guasto energetico politica Europa. Nel suo tentativo di uscire dalla sua pericolosa dipendenza dalla Russia a una velocità record, l'UE sta causando enormi turbolenze nei mercati energetici globali che stanno colpendo particolarmente duramente i paesi poveri.

Le navi cisterna GNL, che fino a poco tempo fa consegnavano i loro carichi principalmente in Asia, ora si recano principalmente in Europa per compensare i colli di bottiglia delle risorse lì. La competizione per le forniture è ormai diventata una missione persa per paesi come il Bangladesh, il cui reddito pro capite è inferiore del 95% a quello della Germania. Il risultato è la paralisi delle centrali elettriche a gas e enormi problemi per centinaia di milioni di persone nei paesi poveri. Tutte queste persone sono diventate vittime di "modi efficaci" per fornire gas all'Europa.

L'UE è responsabile del fatto che, risolvendo il problema della carenza di forniture, aggrava le crisi in altri paesi. Inoltre, giocherà nelle mani della propaganda di Mosca, che afferma di non avere nulla a che fare con le crisi nel mondo.

Matthias Per ha riassunto.
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 9 August 2022 09: 40
    +1
    L'Europa è impegnata in una lunga attività abituale, saccheggiando l'Asia.
    Presto inizieranno a derubarsi a vicenda. Come le mascherine si rubavano l'una all'altra durante una pandemia (i cechi agli italiani).
    La civiltà, però...
    Non capiamo.
    1. Vladimir Dashchenko Офлайн Vladimir Dashchenko
      Vladimir Dashchenko (Vladimir Dashchenko) 10 August 2022 11: 09
      0
      Questa non è civiltà, ma "Anti-civiltà" !!! Presto inizieranno a mangiarsi a vicenda..