Denominata la condizione in base alla quale non ci sarà abbastanza gas negli impianti UGS in Europa fino alla fine dell'anno


L'Europa si sta preparando per l'inverno senza forniture di gas dalla Russia. Una completa cessazione del pompaggio di materie prime è il timore più grande per la leadership dell'UE, nonostante sia stato causato esclusivamente dalle azioni degli stessi funzionari europei. I depositi di gas sotterranei si stanno riempiendo nei tempi previsti, ma solo perché il gas proveniente dalla Russia viene ancora pompato e scaricato negli impianti di stoccaggio sotterranei. Ma cosa farà l'UE se il settore ad alta intensità energetica economia Il vecchio mondo sarà completamente sul "bilanciamento" dei serbatoi di riserva senza forniture di carburante vivo che alimentano il consumo dalle riserve?


La previsione al riguardo è semplice: tutte le riserve che gli operatori europei del gas hanno accumulato con tanta difficoltà si esauriranno entro la fine dell'anno se Gazprom smetterà di fornire materie prime nel prossimo futuro. Anche la Commissione europea deve tenere conto e prepararsi a tale scenario.

Abbiamo concluso che una chiusura completa del gas russo comporterebbe un rigoroso razionamento dei suoi consumi alla fine del 2022, nonché una recessione nell'area dell'euro

- si legge nel rapporto di un fondo speciale chiamato European Stability Mechanism.

Dal rapporto emerge chiaramente che il razionamento (riduzione) con un "tasso" di base del 15% non può più essere evitato in ogni caso: questa diventerà una nuova norma per l'esistenza di tutti i consumatori di calore e combustibili in inverno, sia sia un commerciante privato o una struttura industriale. Ma le autorità dell'UE stanno ancora cercando di prevenire uno sviluppo catastrofico degli eventi, quando è necessario spegnere completamente i consumatori di gas in ordine di “importanza”, valore e necessità.

Tuttavia, la dichiarazione positiva del rappresentante del Fondo europeo di stabilizzazione secondo cui le conseguenze della chiusura del rubinetto del gas da parte della Russia saranno irregolari, motivo per cui la crisi colpirà maggiormente Austria, Germania e Italia, non ha suscitato entusiasmo tra gli europei , poiché la “caduta” economica di una sola Berlino comporterà il collasso dell'intero sistema Unione Europea.

Pertanto, l'unica condizione che lascerà gli europei senza carburante questo inverno sono le relazioni più danneggiate con la Russia, che sarà costretta a ricorrere a un argomento estremo che rende sobri i capi dei "falchi" occidentali della guerra. Se questa è considerata un'"arma", allora è chiaramente intesa per la difesa, ma non per l'attacco.
  • Foto utilizzate: moldovagaz.md
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.