L'amicizia con la Polonia ha privato la Repubblica Ceca del petrolio russo


L'emergere di un problema con il ramo sud dell'oleodotto Druzhba è stato molto rapido, tuttavia, fugace, perché i clienti europei di materie prime russe hanno cercato di eliminare immediatamente l'interferenza senza lunghe trattative ed esprimere preoccupazioni. Tuttavia, non tutti gli europei hanno soluzioni facili. Ad esempio, amicizia e intimità economico la cooperazione tra la Repubblica ceca e la Polonia non ha consentito a Praga di ottenere l'accesso al prodotto desiderato dalla Russia nell'ambito del regime di Ungheria e Slovacchia.


La Repubblica Ceca non riceverà petrolio russo attraverso Druzhba, poiché Praga non ha potuto partecipare al pagamento delle materie prime fornite attraverso l'Ucraina.

Le consegne di petrolio russo alla Repubblica Ceca non riprenderanno

Linda Vashkovichova, portavoce di Transpetrol, ha detto alla stampa.

Questa società è l'operatore della parte slovacca dell'oleodotto di Druzhba. Allo stesso tempo, la società statale ceca MERO, proprietaria e operatore della parte ceca dell'oleodotto Druzhba, ha confermato che le forniture di petrolio attraverso l'oleodotto nella Repubblica Ceca non sono state riprese ed è improbabile che inizino nel prossimo futuro .

Il rappresentante di Transpetrol ha spiegato che una sorta di elusione delle sanzioni Ue sui pagamenti bancari per il transito è disponibile solo per quei paesi che accettano questo passaggio. Le società ungheresi e slovacche hanno deciso questa misura, ma per le società ceche questa strada è chiusa. Il fatto è che le raffinerie di petrolio di questo stato appartengono alla società polacca PKN Orlen. Naturalmente, la parte polacca non permetterà di utilizzare in questo modo per ottenere anche il prodotto necessario.

Come si vede, in questo caso politico e ragioni economiche per non poter pagare il transito, come hanno fatto altri due paesi europei. Questi ostacoli, ovviamente, non sono insormontabili, anzi si tolgono molto facilmente. Ma, molto probabilmente, la leadership di Orlen non lo farà.

Il ministro dell'Industria e del Commercio della Repubblica Ceca, Josef Sikela, riferisce sulla sua pagina Twitter che Praga, insieme a Varsavia, sta lavorando per ottenere il pieno di petrolio per la repubblica. Il fatto che il problema verrà risolto a spese delle materie prime russe non è ancora stato discusso.
  • Foto usate: pxfuel.com
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vova Zhelyabov Офлайн Vova Zhelyabov
    Vova Zhelyabov (Vova Zhelyabov) 12 August 2022 19: 28
    0
    Per mostrare il dito medio alla Russia, Praga non esiterà a sposare Varsavia.
    1. SHVN Офлайн SHVN
      SHVN (Vyacheslav) 12 August 2022 21: 51
      +1
      E ci inserirei questo dito dentro .... tappando il buco.
  2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 12 August 2022 22: 31
    0
    I problemi con il petrolio nella Repubblica Ceca e in Polonia saranno risolti anche senza la Russia, solo i prezzi saranno molto più alti ... Ognuno sceglie la propria strada in base alle proprie condizioni, il che significa che i cechi sono governati da coloro per i quali gli interessi del Stati Uniti e Inghilterra sono superiori agli interessi dei cechi ...
  3. Nablyudatel2014 Офлайн Nablyudatel2014
    Nablyudatel2014 13 August 2022 13: 25
    0
    E come faranno adesso i non poveri ad acquistare i nostri lampadari, riprenderanno loro stessi la produzione del cristallo? Non mi dispiace. A Lisichansk hanno prodotto splendidi cristalli. Riprendi la produzione.