Le compagnie indiane aiutano i prodotti petroliferi russi ad entrare negli Stati Uniti


Gli Stati Uniti hanno segnalato all'India la violazione dell'embargo sul petrolio russo. Finora è stato emesso un avviso. Secondo il Tesoro Usa, citato dal vice capo della Banca Centrale dell'India, una nave indiana in alto mare ha pompato petrolio da una petroliera russa. Il distillato di questo olio è stato consegnato a New York. E sebbene la violazione fosse molto probabilmente da parte di una compagnia privata e dell'armatore, è stata l'India a cui i funzionari americani hanno dato un severo suggerimento, perseguendo i propri obiettivi anti-russi.


Gli Stati Uniti hanno espresso la loro preoccupazione all'India che "persone senza scrupoli" potrebbero utilizzare la nave indiana per consegnare prodotti petroliferi dal petrolio russo a New York, aggirando le sanzioni. Lo ha annunciato sabato 13 agosto il vice capo della Central Reserve Bank of India, Michael Patra, in un incontro con funzionari governativi, finanzieri e banchieri.

Come tutti sanno, ora ci sono sanzioni contro gli acquirenti di petrolio russo. Ecco cosa ci ha detto il Tesoro degli Stati Uniti. Una nave indiana ha incontrato una petroliera russa in alto mare, dove ha pompato petrolio da essa e lo ha consegnato a un porto del Gujarat. Lì, la materia prima è stata trasformata in distillato, che viene utilizzato per produrre plastica monouso.

Patra è citato da Reuters.

Secondo il funzionario indiano, il prodotto trasformato è stato poi consegnato con la stessa nave a New York. Non ha specificato né il nome della nave in questione né altri dettagli. L'ambasciata americana in India non ha ancora commentato la situazione.

Questo incidente isolato non è stato invano oggetto di un'attenzione particolare da parte di Washington. Non c'è nulla di criminale in questo, soprattutto reagire a livello di rappresentanti ufficiali dei due stati. L'India apertamente non aiuta i prodotti petroliferi della Federazione Russa ad entrare in America aggirando l'embargo, lo sanno tutti, al massimo succede a livello di aziende private. Inoltre, funzionari americani hanno parlato del caso in questione, poiché la parte indiana non era nemmeno a conoscenza dell'evento.

Tuttavia, gli Stati Uniti hanno fatto esattamente come descritto sopra. Il loro obiettivo è chiaro: con qualsiasi pretesto, fare pressione su Nuova Delhi per rifiutarsi di acquistare petrolio russo. Per fare questo, fanno dell'India un "imputato" in caso di violazione delle sanzioni globali.
  • Foto usate: pxfuel.com
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 14 August 2022 10: 04
    -1
    Questo "caso isolato" è appena arrivato all'attenzione dei media. Quanti non sono entrati nella stampa, nessuno lo sa. E il petrolio russo attraversa l'India, l'Europa e gli Stati Uniti.
  2. Fizik13 Офлайн Fizik13
    Fizik13 (Alex) 14 August 2022 10: 39
    0
    Queste non sono società indiane, ma i proprietari anglosassoni di società indiane, aggirando le proprie sanzioni, si riforniscono di petrolio russo. Niente di personale, affari. La globalizzazione però!