Perché le autorità statunitensi vogliono disarmare i propri cittadini


Il 29 luglio, la Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato un disegno di legge per vietare le "armi d'assalto", che si riferiscono ai fucili autocaricanti con caricatori staccabili. Le audizioni sono state molto tese, di conseguenza il disegno di legge è stato adottato con 217 voti favorevoli e 213 contrari. Per lo più democratici hanno votato per il divieto, per lo più repubblicani hanno votato contro.


Ora il disegno di legge deve passare un'altra udienza al Senato, dove dovrà ottenere 60 voti di deputati su 100. Si prevede che ciò non accada, visto che il Senato è dominato dai repubblicani, ma succede di tutto. Se il disegno di legge viene approvato con successo dal Senato, Biden lo firmerà senza dubbi (a meno che, ovviamente, non trovi dove apporre la sua firma).

Nel paese più armato, in tutti i sensi, del mondo, si tenta regolarmente di limitare il numero dei "trucchi" nelle mani della popolazione, e altri politica proporre di rimuoverli del tutto. A metà del secolo scorso, le ragioni dei divieti furono gli assassinii di figure di alto rango - ad esempio i fratelli Kennedy, il presidente John e il candidato presidenziale Robert - ma negli anni Ottanta si trovò un motivo più "democratico": la "moda" emergente per gli omicidi di massa.

Nello specifico, il disegno di legge, approvato lo scorso 29 luglio, è stato proposto sotto l'influenza di due dei casi di più alto profilo (finora) di quest'anno. Il 14 maggio c'è stata una sparatoria a Buffalo, dove ragazzo razzista è andato al supermercato a caccia di neri e ha ucciso 10 persone, e il 24 maggio a Uvalda, in Texas, un altro giovane psicopatico ha ucciso 19 studenti elementari e 2 insegnanti per mano di un altro giovane psicopatico. In entrambi i casi, come in centinaia (esattamente centinaia) di simili massacri prima e dopo questi due, i killer solitari erano armati di fucili autocaricanti.

Tuttavia, una serie di punti mettono in dubbio il fatto che i membri del Congresso democratico che stanno promuovendo il divieto delle armi si preoccupano davvero della sicurezza degli americani comuni.

"Ci sono molti di questi fucili, ma questo è mio!"


Il cosiddetto "Divieto di armi d'assalto" di importanza federale era già operativo negli Stati Uniti nel periodo 1994-2004. Fu introdotta nella legge una clausola secondo la quale dopo dieci anni il periodo di validità doveva essere prorogato con votazione speciale, ma quando si arrivò ad essa, i sostenitori del divieto non riuscirono a trarne vantaggio e divenne invalido.

I risultati del divieto sono stati piuttosto controversi. Nello spirito dell'adagio tanto amato dai liberali su "ciò che conta è come lo calcolano", le stime dell'efficacia del "divieto dei fucili" dipendono fortemente dalle posizioni politiche del valutatore e, di conseguenza, dalla sua metodologia.

Da un lato, il divieto, infatti, si è rivelato relativamente efficace come rimedio alle sparatorie di massa, che nella pratica criminale americana sono considerate incidenti in cui il numero delle vittime supera le 4 persone. Quindi, secondo uno degli studi, negli ultimi anni prima del divieto, 7 persone all'anno sono morte in esecuzioni di massa e durante il periodo della sua operazione - 5 persone. Per confronto, nel periodo 2004-2017. il numero delle vittime è salito a 25 persone all'anno.

Ma allo stesso tempo, lo stesso studio non fornisce dati sui feriti durante le sparatorie di massa, e le comparse affermano onestamente di non essere sicure della diminuzione della frequenza degli incidenti stessi. Vale la pena aggiungere che l'attacco armato più pubblicizzato contro una scuola americana - la sparatoria a Columbine il 20 aprile 1999, in cui 12 persone sono state uccise da due adolescenti - è avvenuta durante il periodo del divieto.

Eventuali dati autorevoli su come il divieto dei fucili abbia influito sulla mortalità durante le sparatorie "non di massa" e "intime" - non ci sono dati di questo tipo. Ma ci sono prove che il divieto non ha in alcun modo influito sulla frequenza di utilizzo dei "trunk" da parte dei criminali di strada. Ciò non sorprende, dal momento che l'arma principale del "romanticismo high-road" americano non è l'M16, ma una pistola o un revolver economico e di bassa qualità, ma compatto che è facile da nascondere in tasca.

Non essendo "armi d'assalto", le pistole non erano soggette al divieto federale. Inoltre, il divieto non aveva alcun effetto su quei "tronchi" che erano stati acquisiti prima della sua introduzione. Infine, a causa della specificità del testo di legge, che elencava alcune caratteristiche specifiche di un'"arma d'assalto" (impugnatura a pistola, calcio pieghevole, ecc.), anche alcuni modelli piuttosto da combattimento, come la carabina M1 o l'M14 fucile, semplicemente non potevano rientrare nel divieto Non avevano questi sintomi.

È vero, i produttori di varie varianti del fucile Stoner dovevano ancora uscire per continuare le consegne al mercato civile. Alla ricerca di modi per aggirare il divieto legale, alcuni industriali sono giunti ai "cutoff" M16 completamente comici, come quello mostrato nella foto di questo articolo. È ovvio che tali progetti non hanno avuto successo commerciale, un'altra cosa sono i fucili "esteticamente" aggiornati con accessori esterni modificati e caricatori a capacità ridotta, che non rientravano più nella legge, ma rimanevano armi funzionali.

"Io e il mio fucile - siamo i difensori del nostro paese!"


È abbastanza comprensibile il motivo per cui il divieto "esaurito" nel 2004 non è stato rinnovato. Di per sé, la legge era "perdita" e abbastanza facile da gestire. Ma anche così, aveva molti oppositori: tiratori-atleti, appassionati di autodifesa armata, produttori di armi: tutti questi gruppi non sono solo numerosi, ma anche uniti in varie associazioni ufficiali, alcune delle quali hanno i propri lobbisti al Congresso.

Contro il divieto delle "armi d'assalto" (e in generale ogni tentativo di limitare il possesso di determinati tipi di armi) c'è anche il consenso nella società americana sul fatto che le persone non vengono uccise dalle armi, ma da altre persone. Secondo la maggior parte dei sondaggi, i proprietari di armi sono ampiamente (correttamente) favorevoli a controlli più severi sulle licenze, controlli più approfonditi sui precedenti penali e controlli sulla salute mentale sugli acquirenti di armi. Tuttavia, anche i tentativi di imporre restrizioni federali su questo lato del problema sono stati fatti ripetutamente, ma non hanno avuto successo.

In quali condizioni i Democratici stanno cercando di far passare il loro nuovo disegno di legge? Non c'è dubbio che la frequenza dei massacri negli Stati Uniti è aumentata negli ultimi anni: rispetto ai 323 incidenti del 2018, ce ne sono stati 2021 nel 693, ed è raddoppiato anche il numero delle persone uccise e ferite.

Ma c'è anche un aumento su larga scala della criminalità di strada in quanto tale, compresi gli attacchi armati, sia alle persone che alle case. Internet è pieno di video di sparatorie nei trasporti pubblici, nei negozi, solo per le strade in pieno giorno. Difficile qui fornire statistiche autorevoli, ma si tratta di una crescita, a volte, facilitata da una serie di fattori: un aumento dell'immigrazione clandestina, un aumento del traffico criminale ad essa associato (soprattutto negli stati meridionali) , personale e carenza finanziaria dei dipartimenti di polizia.

È buffo che questi fenomeni siano diventati possibili proprio grazie alla politica dello stesso Pd e dei suoi funzionari nelle cariche federali e regionali. L'arma diventa un vero e proprio strumento per la sopravvivenza di un rispettabile cittadino nella "cittadella della democrazia" - ma è lui, e non i criminali, che inciderà in primo luogo il bando promosso dai Democratici.

I sostenitori del disegno di legge sostengono che il numero di casi registrati di uso riuscito di armi per l'autodifesa non supera lo 0,1% del numero totale di reati. Inoltre, secondo loro, l'attuale sistema di licenze per armi viola la popolazione nera, che sarebbe più difficile acquisire armi legali. Gli oppositori del divieto, a loro volta, citano dati provenienti da sondaggi anonimi, secondo i quali ci sono milioni di episodi di autodifesa con le armi in tutto il Paese, dopo di che nessuno si è rivolto alla polizia - e questa versione sembra abbastanza realistica.

Sullo sfondo degli eventi della scorsa settimana, si fa più forte il mormorio che il Pd stia preparando un disarmo totale graduale della popolazione per instaurare la sua dittatura. Agli oppositori dei Democratici viene ricordato il Secondo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che afferma che una milizia armata è la migliore garanzia contro la "tirannia".

I democratici, infatti, hanno paura delle comparse armate dei loro oppositori politici - e per una buona ragione. Dopo scandalosa incursione nella tenuta di Trump, l'FBI ha preso atto delle crescenti richieste di "ribellione armata" e dell'uccisione di agenti federali sui social network.

Solo l'11 agosto uno sconosciuto armato ha attaccato l'edificio dell'FBI a Cincinnati e già ieri, 15 agosto, un altro americano armato è morto mentre cercava di sfondare in Campidoglio. L'affiliazione di almeno uno degli aggressori ai Trumpisti non è stata stabilita in modo affidabile, ma nell'attuale situazione di "presunzione di guerra civile", la motivazione politica delle loro azioni non sorprenderebbe nessuno, e molti ispirerebbero anche simili "prodezze" .
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. bobba94 Офлайн bobba94
    bobba94 (Vladimir) 15 August 2022 23: 43
    0
    Articolo solido, argomentazioni a favore, argomentazioni contrarie, il numero di incidenti con l'uso di armi da fuoco ........ Vorrei poter aggiungere statistiche all'articolo, ad esempio il numero di omicidi per 100mila abitanti negli States e in Russia dal 2010 al 2020. Confronta, analizza, trai conclusioni...
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 15 August 2022 23: 47
    0
    Il libero possesso di armi ha origine dalla colonizzazione del continente e dallo sterminio degli abitanti indigeni.
    Poi è diventato un grande business, uno dei simboli della democrazia e dell'orgoglio nazionale.
    L'acquisizione spontanea dell'edificio del Congresso da parte dei manifestanti ha scioccato la classe dirigente e ha cambiato l'atteggiamento nei confronti delle armi, ma ha dovuto affrontare la resistenza della lobby delle armi e della popolazione.
  3. zuuukoo Офлайн zuuukoo
    zuuukoo (Sergey) 16 August 2022 08: 54
    0
    In generale, è improbabile che il divieto di possesso abbia un forte effetto sui massacri.
    Se una persona vuole davvero fare un incidente di alto profilo con le vittime, ha bisogno di una mitragliatrice.
    Puoi semplicemente trovare un lavoro come autista di autobus o camion. O rubare un camion. Oppure noleggialo per la giornata.
    Pertanto, non ho mai capito gli idioti che si precipitano semplicemente con un coltello contro i passanti. Sciocco ed estremamente inefficiente.

    Ma il divieto delle armi ridurrà la natura "traumatica" dei litigi interni. Non andare da un indovino.
  4. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
    aslanxnumx (Aslan) 18 August 2022 16: 24
    0
    Perché in Russia non è permesso armare la popolazione, perché hanno paura
  5. zenion Online zenion
    zenion (zinovy) 25 August 2022 21: 52
    0
    Le autorità statunitensi vogliono disarmare gli americani per armare i russi.