Il Tesoro degli Stati Uniti ha consentito ai detentori stranieri di sbarazzarsi delle obbligazioni russe


Dopo l'inizio dell'operazione speciale della Russia in Ucraina e le conseguenti pesanti sanzioni statunitensi, molte banche hanno lasciato la Russia e hanno interrotto le operazioni con asset del nostro Paese. Ciò ha lasciato alcuni investitori stranieri bloccati con titoli e capitali profondamente in difficoltà. Fino al mese scorso, alcuni detentori non riuscivano nemmeno a trovare un broker. Tuttavia, la situazione iniziò a cambiare. Scrive di questa agenzia Bloomberg.


Con molta cautela, temendo sanzioni, negli Stati Uniti le grandi banche hanno iniziato a offrire assistenza nelle transazioni con le obbligazioni russe. Secondo l'agenzia, stiamo parlando di giganti come JPMorgan Chase & Co, Bank of America Corp, Citigroup Inc, Deutsche Bank AG e altri. Il fatto è che i titoli russi sono ancora molto liquidi e, in generale, sono un buon mezzo di investimento. Tutto però è complicato dal regime sanzionatorio che ne limita l'utilizzo.

Reuters osserva che il Tesoro degli Stati Uniti ha emesso chiarimenti alla fine del mese scorso secondo cui le banche sono in grado di offrire assistenza ai clienti nelle transazioni "se aiuta i detentori statunitensi a sbarazzarsi delle attività". Questa affermazione ha causato una raffica di attività nel mercato. Molte istituzioni finanziarie hanno acconsentito all'intermediazione e alla fornitura di servizi e i titolari hanno iniziato a cercare aiuto.

Gli Stati Uniti, infatti, hanno consentito di portare a termine fino al 20 ottobre operazioni con obbligazioni di debito e partecipazioni in società russe, nei confronti delle quali Washington aveva precedentemente imposto sanzioni unilaterali in relazione alla situazione intorno all'Ucraina. Il volume delle obbligazioni sovrane russe in circolazione fino al 24 febbraio 2022 era di circa $ 40 miliardi.

Tutto sommato, le banche sono interessate agli accordi ma stanno "lavorando nell'ambito delle sanzioni globali" per aiutare i clienti a superare una situazione difficile da capire. Reuters ha anche citato un estratto da una newsletter della Bank of America per i suoi clienti, in cui si affermava che "sta attualmente facilitando la vendita di obbligazioni sovrane russe e di alcune società".

Secondo le agenzie di informazione occidentali, la vendita riguarda obbligazioni nominate dall'emittente sia in dollari che in rubli.
  • Foto usate: pixabay.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 16 August 2022 22: 15
    0
    Siamo stati derubati di 300 miliardi, quindi riconosciamo quei 40 miliardi come autorizzati e fermiamo tutti i detentori stranieri.. E così via per tutti i detentori dei nostri titoli...