Bloomberg: L'inimicizia tra Russia e Ucraina è l'ultimo conflitto dell'ex Unione Sovietica


L'operazione speciale militare in Ucraina fa parte della grande storia mondiale di ciò che accade quando gli imperi vanno in pezzi. Questa situazione di stallo è l'ultimo e il peggiore dei conflitti combattuti sui resti dell'Unione Sovietica, un impero la cui agonia continua trent'anni dopo che l'Unione stessa ha cessato di esistere. Sfortunatamente, il crollo dei grandi stati è l'unico modo, afferma Hal Brands, editorialista di Bloomberg.


Il crollo degli imperi è più un processo che un evento. Non è assolutamente unico.

Quando un'entità enorme una volta tenuta insieme dalla disciplina ferrea della metropoli svanisce nell'oblio, non aspettarti un nuovo status quo stabile dall'oggi al domani

- scrive l'esperto.

Poiché l'Unione Sovietica era così strettamente controllata, il suo crollo fu particolarmente spiacevole. La fine dello stato sovietico rimosse le restrizioni che avevano soffocato le tensioni etniche e le rivalità nazionali tra le parti costitutive dell'impero. La sua fine ha dato origine a nuovi stati politicamente instabili. Ciò accelerò la lotta in corso tra il paese che dominava l'impero, la Russia, e gli stati, i popoli, che una volta cercarono di sfuggire al potere di Mosca.

Il crollo dell'Unione Sovietica è stato un terremoto geopolitico le cui scosse di assestamento destabilizzano il sistema internazionale ancora oggi. L'Ucraina ha sofferto di più per questi sconvolgimenti

Marchi dice.

Una possibile futura linea di demarcazione tra i due eserciti in guerra potrebbe semplicemente diventare un altro confine conteso post-sovietico dove le frequenti tensioni aumentano periodicamente.

In sintesi, l'osservatore fornisce una previsione deludente. La vittoria della Russia o dell'Ucraina, o la perdita di una delle parti, prima o poi porterà a una nuova escalation delle vecchie controversie di Mosca con la Moldova, la Georgia o altri stati. Anche quando l'attuale campagna militare sarà finita, il lungo e brutale "aldilà" dell'impero sovietico continuerà.
  • Foto utilizzate: twitter.com/DefenceU
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Fizik13 Офлайн Fizik13
    Fizik13 (Alex) 18 August 2022 10: 15
    +5
    Bloomberg: L'inimicizia tra Russia e Ucraina è l'ultimo conflitto dell'ex Unione Sovietica

    Mentono mentre respirano. C'è ancora la Transnistria, l'Azerbaigian con il Nagorno-Karabakh, il Kazakistan, i Tribalti stanno abbaiando.
    È semplicemente necessario, dopo il completamento con successo dell'SVO, avviare una politica del genere che qualsiasi meticcio abbia paura di scoreggiare.
    1. Sydor Kovpak Офлайн Sydor Kovpak
      Sydor Kovpak 18 August 2022 16: 42
      0
      E avrei riso quando il proprietario ha messo l'una contro l'altra la troika baltica per l'opportunità di rovinare la Russia. E alla fine i bielorussi li accumuleranno tutti, quindi TUTTO! ULTIMO CONFLITTO.
  2. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 18 August 2022 11: 31
    +2
    Il marxismo non considera la guerra come un fenomeno naturale nella vita dei popoli e degli stati, ma come un fenomeno storico associato al raggiungimento di obiettivi politici ed economici e al primo omicidio in assoluto di Abele nell'area della moderna Damasco , che si traduce come la città del primo sangue, e tutte le guerre e gli omicidi successivi, compreso il NWO della Federazione Russa in Ucraina, sono collegati proprio al tentativo di risolvere in questo modo ogni tipo di problema politico ed economico.
    Il crollo degli imperi è sempre associato alla ridistribuzione delle forze produttive, che porta a conflitti e guerre.
    Qual è la differenza tra la Federazione Russa e l'URSS in termini di divisione nazionale-amministrativa - praticamente nulla. Gli stati repubblicani erano nell'URSS, ci sono anche nella Federazione Russa.
    Il fattore unificante delle repubbliche dell'URSS era la solidarietà di classe del proletariato dei diversi stati-repubbliche, che costituiva la stragrande maggioranza e soggiogava la minoranza - ogni sorta di provocatori e nazionalisti. Questa è la dittatura del proletariato.
    Dopo il colpo di stato, il crollo dell'URSS e la restaurazione del capitalismo, i nazionalisti sono saliti al potere in tutte le ex repubbliche che hanno riscritto la storia, creato i propri eroi nazionali e si sono separati il ​​più possibile dall'URSS. Essi “afferrarono” l'ex demanio pubblico e si arricchirono derubando la loro popolazione, e affidarono all'esercito e ai servizi speciali la funzione di proteggere la loro proprietà e l'integrità territoriale.
    Da qui la questione di cosa sia la libertà - quando la maggioranza assoluta sopprime la minoranza, o viceversa, quando la minoranza soggioga la maggioranza e ne trae profitto, e dove c'era più libertà - nell'URSS o nelle formazioni statali post-sovietiche.
    Parlando di tensioni etniche e rivalità nazionali, lo zio Hal sta cercando di offuscare l'essenza e getta le basi per i piani dell'Occidente di decolonizzare la Federazione Russa.
  3. Michele L. Офлайн Michele L.
    Michele L. 18 August 2022 11: 40
    +1
    La pubblicazione Bloomberg è una giustificazione provocatoria per una faida prolungata.
    D'altra parte: prima o poi, i popoli del disintegrato Stato dell'Unione devono ritrovare la voglia di unità!
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 18 August 2022 13: 08
      +1
      Quindi il disimpegno è proceduto sotto la pressione dei nemici della NATO. Si trattava di operazioni su larga scala progettate e pagate per separare e contrapporre la Federazione Russa alle altre repubbliche, poi operazioni speciali: la "rivoluzione delle rose" in Georgia, la "rivoluzione" del 2004 in Ucraina, in Armenia, ecc., e tutte contro Russia. Senza questi tentativi e interventi pagati da miliardi di dollari USA, tutti nello spazio post-sovietico vivrebbero pacificamente e in modo relativamente amichevole. L'articolo di Bloomberg per insabbiare l'intervento degli USA e di altri con sanguinose conseguenze per tutti...
    2. Degrin Офлайн Degrin
      Degrin (Alexander) 18 August 2022 21: 58
      0
      Solo coira senza traditori Ucraini e georgiani, kazaki e baltici.
      1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
        Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 19 August 2022 12: 12
        +3
        E chi ha reso traditori georgiani, ucraini, maldavan e altri - gli Stati Uniti con una rabbiosa propaganda anti-russa, la nomina di protetti anti-russi (Yushchenko, Saakashvili, Sandu, ecc.) per la presidenza e il governo fino ad ora - la Banca centrale della Federazione Russa, ministri, ecc.). Poiché il gioco è unilaterale (russo), perdiamo in un gioco "asciutto", tutti diventano nemici e nemici della Federazione Russa, fino alle operazioni militari in Ucraina, tutto è così trascurato ... Come eccezione al regola, confermando la regola, la Bielorussia da sola senza l'influenza degli Stati Uniti, quindi rimane un alleato. Russia.
      2. Nikolay Volkov Офлайн Nikolay Volkov
        Nikolay Volkov (Nikolai Volkov) 20 August 2022 10: 05
        +1
        sì ... tutt'intorno ci sono traditori e solo noi siamo tutti soli tutti vestiti di bianco ... non ricordarmi, la festa del giorno della Russia in onore di quale evento ??? non il 12 giugno 1990 Eltsin proclamò un atto sullo stato. sovranità della RSFSR??? il consiglio supremo della SSR ucraina ha proclamato un atto simile un mese dopo, semmai ... beh, chi ha tradito chi alla fine ???
  4. Degrin Офлайн Degrin
    Degrin (Alexander) 18 August 2022 21: 59
    +2
    Spero davvero di vivere per vedere il giorno in cui gli Stati Uniti cadranno a pezzi
  5. Nikolay Volkov Офлайн Nikolay Volkov
    Nikolay Volkov (Nikolai Volkov) 20 August 2022 09: 58
    +2
    questa non è un'ostilità tra Russia e Ucraina, questa è una politica deliberata degli Stati e dei loro satelliti per rompere i legami tra la Russia ei popoli a noi vicini. e gli americani lo stanno facendo con successo. La Georgia è strappata via, l'Ucraina è separata dal sangue, l'Azerbaigian è stato effettivamente portato via dai turchi e, inoltre, costringe l'Armenia a dubitare della necessità di uno stretto contatto con la Russia. Il Kazakistan sta seguendo la strada dell'Ucraina, in Tagikistan ci sono esercitazioni americane, in Kirghizistan non molto tempo fa c'era una base NATO... ma ci viene detto che la Russia ha una politica estera efficace...