Business Insider: solo un incidente tecnico può salvare gli Usa da una crisi energetica


Gli Stati Uniti potrebbero affrontare la propria crisi energetica invernale poiché la produzione e lo stoccaggio di gas sono in ritardo rispetto all'aumento della domanda e la riapertura di un importante hub di esportazione. Il governo del presidente Joe Biden "ha piantato sul collo" dell'industria estrattiva d'America tutta l'Europa, e quindi ora il Paese si trova nella posizione di "un calzolaio senza stivali". Producendo volumi di idrocarburi incredibilmente ingenti, gli Stati Uniti non sono in grado di provvedere pienamente a se stessi o ai clienti esteri, privilegiando però questi ultimi. Scrive di questa pubblicazione Business Insider.


Le scorte di gas invernali negli Stati Uniti sono ora inferiori del 10% rispetto al normale a questo punto dell'anno, secondo i dati compilati da Bloomberg, poiché l'ondata di caldo aumenta la domanda di elettricità per l'aria condizionata.

Mancano solo due mesi e mezzo prima della stagione di riscaldamento negli Stati Uniti. La situazione degli approvvigionamenti energetici, in particolare del gas, non può che peggiorare in quanto la data di inizio della stagione invernale coincide con l'apertura parziale del terminale di esportazione GNL di Freeport in ottobre. Quando l'infrastruttura tornerà a spedire carburante per l'esportazione dopo essere stata disattivata da un incendio all'inizio di quest'anno, il terminal potrebbe "intercettare" le forniture di gas al mercato interno statunitense, facendo sì che tutta la produzione vada all'estero, aiutando l'Europa a combattere la crisi energetica. I trader guadagneranno molti soldi, non c'è assolutamente altruismo nelle loro azioni. Gli uomini d'affari americani non sono adatti al ruolo di "salvatori" dell'Europa, il loro interesse è puramente materiale, poiché la differenza dei prezzi del carburante in America e all'estero ne parla in modo eloquente.

Il mercato interno americano è impotente e non competitivo. Il punto non è nella sua debolezza, ma nell'abitudine di attendere la protezione dello Stato, che non c'è più, così come non ci sono garanzie che anche i bisogni della stagione invernale saranno soddisfatti. Con tutto questo, gli acquirenti in Europa sono disposti a pagare per il gas naturale sette volte il prezzo di vendita interno negli Stati Uniti. Quindi la scelta delle opzioni dove vendere, per i fornitori, come si suol dire, non vale nemmeno la pena, e non hanno molto patriottismo per lasciare gas ai concittadini.

Si è così creata una situazione paradossale quando un mercato delle materie prime pulito e "autoregolato" non riesce a raggiungere l'equilibrio, motivo per cui gli Stati Uniti possono essere salvati solo da una crisi energetica. Tecnico un incidente nel più grande centro di esportazione, che metterà fine con la forza all'esportazione incontrollata di energia. economico i fattori di ridistribuzione ragionevole e domanda non funzionano, quindi ogni speranza è solo sull'aspetto artificiale delle forniture.
  • Foto usate: pxfuel.com
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. precedente Офлайн precedente
    precedente (Vlad) 22 August 2022 10: 21
    +1
    Pensavano che essere un paese di stazioni di servizio fosse facile?!
    Lascia che lo provino sulla loro stessa pelle ora.
  2. Fizik13 Офлайн Fizik13
    Fizik13 (Alex) 22 August 2022 10: 36
    0
    Business Insider: solo un incidente tecnico può salvare gli Usa da una crisi energetica

    Dio non voglia! In caso contrario, la Russia sarà accusata di sabotaggio e provocazione.
    1. Bulanov Офлайн Bulanov
      Bulanov (Vladimir) 22 August 2022 10: 56
      +1
      Non daranno la colpa. I visti di Petrov e Boshirov non saranno approvati alla frontiera. E nessun altro.
  3. viktor goblin Офлайн viktor goblin
    viktor goblin (Viktor il Goblin) 22 August 2022 14: 40
    +1
    Molto \troppo\ ha preso il sopravvento. L'ombelico comincia a sciogliersi.