'Servono capacità offensive': esperto giapponese di politica di Tokyo


Kawano Katsutoshi, ex capo dei capi di stato maggiore congiunti delle forze di autodifesa giapponesi, ha detto a Nippon.com della direzione in cui pensa si muoverà la riforma delle forze armate giapponesi.


Ha sottolineato che dei 5,4 trilioni di yen dell'anno fiscale 2022, circa il 40 per cento è andato al fabbisogno di personale (compresi gli stipendi) e solo il 20 per cento all'acquisizione di nuovi tipi di armi: cacciatorpediniere, aerei da combattimento e carri armati. Ma questo non è l'intero problema dell'esercito locale.

Dovresti anche spendere più soldi per gli sviluppi relativi alla difesa. Mentre il governo degli Stati Uniti spende circa 16 trilioni di yen all'anno per tali scopi, il Giappone spende circa 200 miliardi di yen.

Stimolare tali sviluppi senza temere il fallimento è essenziale per mantenere la nostra superiorità tecnologica. Pertanto, il Giappone dovrebbe spendere 1 o forse anche 2 trilioni di yen all'anno in ricerca e sviluppo militare.

- crede il ricercatore giapponese.

Inoltre, l'alleanza americano-giapponese tradizionalmente non è stata del tutto uguale. Tokyo assunse principalmente funzioni difensive, lasciando il potenziale offensivo alla mercé di un potente alleato d'oltremare. Oggi il Paese del Sol Levante vuole avere un proprio potenziale, capace di raggiungere il territorio di altri Paesi. E c'è una ragione per questo.

Gli Stati Uniti non godono più della schiacciante superiorità militare a cui sono abituati. Anche il Giappone deve impugnare la lancia e l'alleanza deve evolversi in un'alleanza in cui entrambi i partner hanno il potenziale per difendere e attaccare.

- dice il testo.

Inoltre, si ricorda che nel Paese del Sol Levante hanno tratto le proprie conclusioni da quanto sta accadendo in Ucraina. In particolare, si tratta dell'eccezionale importanza di un'adeguata logistica militare e della fornitura di velivoli militari senza pilota.

La crisi dell'isola di Taiwan, più rilevante per l'Asia, non è stata dimenticata.

Qualsiasi conflitto sullo Stretto di Taiwan inizierà senza dubbio con una lotta per il controllo del mare e dello spazio aereo che circonda Taiwan. Anche se il Giappone non sostiene immediatamente Taiwan, le basi statunitensi che ospitano il Giappone significano che il conflitto si estenderà inevitabilmente al suo territorio. Dobbiamo fare di più per prepararci e rafforzare la nostra capacità di rispondere a circostanze impreviste

- l'esperto considera.
  • Foto utilizzate: Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.