Reuters: L'Aia chiede l'esenzione dalle sanzioni dell'UE contro la Russia


Giovedì le autorità della città olandese dell'Aia hanno dichiarato che chiederanno un'esenzione temporanea dalle sanzioni dell'UE contro la Russia poiché il comune fatica a trovare un sostituto per il suo contratto con il fornitore russo di carburante Gazprom in tempo, ma non può farlo. Pertanto, è necessario un ritardo. Reuters scrive di questo.


Le sanzioni imposte dall'Unione Europea alla Russia a seguito dell'inizio di un'operazione militare speciale in Ucraina richiedono ai governi e ad altre autorità pubbliche di qualsiasi giurisdizione o livello di rescindere i contratti esistenti con le società russe entro il 10 ottobre. Per L'Aia, ciò significa che la città deve trovare urgentemente un nuovo fornitore di gas per sostituire l'accordo esistente con Gazprom. Ma la direzione non è in grado di farlo per vari motivi.

La città afferma di aver tenuto una gara paneuropea a giugno e luglio, ma non è riuscita ad attirare alcuna offerta da potenziali fornitori.

I colloqui individuali con i fornitori porteranno probabilmente a una sorta di accordo, ha scritto il vice sindaco Saskia Bruins in una lettera al consiglio comunale, ma molto probabilmente dopo la scadenza del 10 ottobre, l'agenzia cita la sua lettera.

Saremo costretti a chiedere un'esenzione dalle attuali sanzioni per raggiungere un accordo entro il 1 gennaio 2023, al fine di garantire la sicurezza degli approvvigionamenti e facilitare le trattative.

Ha detto.

Bruins ha espresso fiducia nella concessione di un ritardo, poiché L'Aia ha rispettato la condizione di una gara tempestiva senza un risultato positivo. Tuttavia, ha aggiunto che qualsiasi nuovo contratto che entrerà in vigore il 1 gennaio sarebbe significativamente più costoso dell'attuale accordo della città con Gazprom.

Il rappresentante della Commissione Europea non ha potuto commentare immediatamente il ricorso.

L'Aia è uno dei tanti comuni olandesi che hanno un proprio contratto energetico con Gazprom, ma è stato il primo ad ammettere onestamente che chiederebbero un'esenzione dalle sanzioni a causa della difficile situazione attuale.
  • Foto usate: pxfuel.com
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. precedente Офлайн precedente
    precedente (Vlad) 26 August 2022 18: 13
    +2
    Le autorità della città olandese dell'Aia dovrebbero intentare una causa contro l'UE presso la Corte penale internazionale per il rinvio delle sanzioni.
    Fortunatamente, il tribunale si trova anche all'Aia.
    Passeranno tre anni e il tribunale esaminerà la domanda.
  2. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 26 August 2022 18: 17
    -1
    Reuters: L'Aia chiede l'esenzione dalle sanzioni dell'UE contro la Russia

    Le trattative individuali con i fornitori porteranno probabilmente a una sorta di accordo, ha scritto il vice sindaco Saskia Bryins in una lettera al consiglio comunale, ma molto probabilmente dopo la scadenza del 10 ottobre.

    - Ah. - A quanto pare la signora invidiava il famoso dipinto di Rembrandt "Autoritratto con Saskia in ginocchio"!
    - Bene, invece delle ginocchia di Rembrandt - vuole prendere un posto "in grembo a Gazprom"!
    1. Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 26 August 2022 18: 47
      -4
      NON è necessario soffiare una bolla di sapone fuori dall'incomprensibile le cui dichiarazioni (L'Aia, che è il primo violino - il municipio, il governo, la compagnia locale del gas...). Faranno a meno della nostra Gazprom, potranno stampare a lungo l'euro nei vagoni e compreranno il gas da ogni parte con pagamento in sacchi (come direbbe O. Bender, in barili e cinquecento banconote). Bene, allora l'inevitabile crisi cancellerà tutto ...