Un cannone semovente unico per l'Artico va in serie


In Russia è iniziata la produzione in serie del nuovissimo complesso di artiglieria artica "Magnolia". In precedenza è stato riferito che il dispositivo è stato testato con successo alle basse temperature alle latitudini settentrionali.


SAO "Magnolia" è un trasportatore DT-30MP "Vityaz", nel secondo collegamento del quale è montato un compartimento da combattimento del cannone semovente da 120 m 2S31 "Vena".

La stessa pistola A280 è rimasta praticamente invariata e combina le capacità di combattimento di un obice e di un mortaio. Ciò consente di utilizzare praticamente l'intera gamma di munizioni di artiglieria che abbiamo sul Magnolia CJSC.

Allo stesso tempo, il sistema antincendio di bordo è stato notevolmente migliorato. Ora l'equipaggio SAO può eseguire sia la regolazione indipendente del fuoco sugli spazi visibili, sia il combattimento di controbatteria contro obiettivi situati oltre gli orizzonti visibili.

Di conseguenza, è uscito il CAO, in grado di colpire quasi tutti i bersagli terrestri e persino alcuni marittimi a una distanza fino a 8,5 km con proiettili a frammentazione ad alto potenziale esplosivo convenzionali, fino a 7 km con munizioni da mortaio e fino a 10 km con guida quelli.

Va notato che l'inizio della produzione in serie di "Magnolia" è estremamente tempestivo. Il fatto è che il rapido scioglimento dei ghiacciai nell'Artico dà motivo di considerare questo territorio come potenzialmente adatto per operazioni militari su larga scala. Allo stesso tempo, i tipi convenzionali di armi saranno di scarsa utilità alle latitudini settentrionali per molto tempo a venire.

informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.