Gazprom taglia le forniture di gas al gigante francese delle utility


Martedì l'Europa ha dovuto affrontare un altro deterioramento della sua situazione delle forniture dopo che il gigante russo dell'energia Gazprom ha detto al suo cliente, l'utility francese Engie SA, che le forniture di gas naturale sarebbero state immediatamente interrotte a causa di controversie contrattuali. Lo riporta il Financial Times.


La compagnia russa nel suo canale ufficiale Telegram riferisce che il pompaggio di gas è stato sospeso, non fermato: il motivo è stato il mancato pagamento da parte della controparte per le consegne di luglio per intero. Al riguardo, la direzione di Engie è stata informata della sospensione dell'erogazione di carburante dal 1 settembre di quest'anno.

Le forniture russe di gas naturale a Engie hanno raggiunto una media del 17% del fatturato totale di carburante, ma dall'imposizione di severe sanzioni e dai tentativi di allontanarsi dalla dipendenza da Rossi, sono scese al 4%. In ogni caso, nessun cliente vuole perdere un metro cubo dalla Russia mentre l'UGS viene riempito con urgenza e oltre la norma, nonostante le dichiarazioni pubbliche di pathos.

Tuttavia, come scrive il FT, un bene notizie per la parte francese è che l'utility ha annunciato di aver ricevuto in anticipo volumi sufficienti necessari per adempiere ai propri obblighi nei confronti dei clienti e ai propri requisiti interni, e ha anche adottato una serie di misure per ridurre significativamente le conseguenze finanziarie e fisiche dirette che potrebbero derivano da interruzioni nella fornitura di gas dalla Russia.

Claire Waysand, vicepresidente esecutivo di Engie, ha osservato che la Francia ha effettivamente creato un buffer buffer, poiché lo stoccaggio di gas naturale è pieno per circa il 90%. Nell'UE, questa cifra è di circa il 79,4% al 27 agosto (rispetto all'obiettivo dell'80% all'inizio di novembre).

Pertanto, le forniture di gas dalla Russia a un importante cliente francese potrebbero scendere a zero non per volere di Gazprom, ma piuttosto per il fatto che la stessa parte opposta smetterà di prenderlo presto. La situazione ha carattere di tendenza per l'intera Europa. Per ora, i clienti dell'UE stanno lottando per le forniture, ma una volta raggiunti gli obiettivi di rifornimento, cosa che avverrà presto, il comportamento delle aziende e delle autorità di regolamentazione europee potrebbe cambiare.
  • Foto usate: pxfuel.com
5 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Irek Офлайн Irek
    Irek (Paparazzi Kazan) 31 August 2022 10: 02
    0
    Forse il cervello funzionerà dal freddo.
  2. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 31 August 2022 10: 48
    +3
    Gazprom fornisce gas agli stati europei quando applicano sanzioni senza precedenti contro la Federazione Russa. Era necessario sospendere immediatamente eventuali consegne agli stati europei, come contro-sanzioni. I fondi raccolti in precedenza sono sufficienti per il bilancio, pur avendone requisito la metà per colpa della Banca Centrale della Federazione Russa. Il comportamento di Gazprom e della Banca Centrale della Federazione Russa sembra decisamente collaborativo e disastroso rispetto allo Stato russo.
    1. Patrick laforet Офлайн Patrick laforet
      Patrick laforet (Patrick Laforet) 31 August 2022 11: 27
      +1
      La Russia ha due nemici, il nemico dentro e il nemico fuori. È più difficile sconfiggere il nemico all'interno della Russia.
  3. Sergei Fonov Офлайн Sergei Fonov
    Sergei Fonov (sfondi Sergey) 31 August 2022 17: 08
    0
    Ho aspettato a lungo quando, in risposta alle sanzioni occidentali, inizieremo a introdurre le nostre, resta da aspettare il rilancio dell'industria, e poi la Russia inizierà a dettare i suoi termini in risposta alle sanzioni.
  4. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 31 August 2022 18: 21
    0
    La Francia, in quanto membro della NATO, ha dichiarato nemica la Federazione Russa e sta combattendo contro la Federazione Russa sul fronte ucraino, e in cambio vuole che la Federazione Russa fornisca risorse energetiche e materie prime, anche a prezzi inferiori al mercato?