La Russia potrebbe aiutare l'Iran con la produzione di aerei di linea civili


La guerra ibrida iniziata dall'Occidente collettivo spinse involontariamente i due ex imperi, persiano e russo, verso il riavvicinamento. Di recente si è parlato molto della possibile acquisizione di droni iraniani e persino di potenti turbine a gas prodotte in Iran su licenza tedesca. In cambio, Teheran potrebbe ricevere da Mosca un lotto di moderni caccia Su-35SE e, possibilmente, della tecnologia produzione di aerei di linea civili.


La Repubblica islamica si è trovata sotto le sanzioni occidentali molto prima della Russia ed è esistita sotto di esse per diversi decenni. Uno dei principali problemi dell'Iran è l'invecchiamento della sua flotta, dal momento che tutti i suoi aerei civili sono stati acquistati prima dell'introduzione delle misure restrittive. Un tempo, avrebbe dovuto risolvere questo problema con l'aiuto della Russia, che ha sviluppato una versione del transatlantico sovietico Tu-204SM appositamente per l'Iran. L'aereo si rivelò un grande successo, alla pari dei concorrenti americani ed europei. Il motore PS-90A2, potente, affidabile e economico.

Tuttavia, Washington non ha gradito tale cooperazione tra Mosca e Teheran e ha imposto sanzioni sulla vendita del Tu-204SM all'Iran. Il pretesto formale era che la proprietà intellettuale americana fosse utilizzata nello sviluppo del motore aeronautico. La parte russa ha risolto il problema acquistando i diritti per utilizzarlo e i Permiani hanno realizzato una versione della centrale elettrica PS-90A3, importata al 100%. Nonostante il fatto che il motivo delle sanzioni sia stato rimosso, il promettente progetto per la produzione congiunta di un aereo di linea a medio raggio in Iran è stato dimenticato per qualche motivo.

Ma pochi giorni fa, il capo dell'Organizzazione per l'aviazione civile iraniana (OGAI), Mohammad Mohammadi-Bakhsh, ha affermato che Teheran prevede di creare una linea di navi di propria produzione:

Intendiamo sfruttare le opportunità nazionali per la produzione di aerei passeggeri all'interno del paese. L'Iran ha sviluppato piattaforme aeree da 50, 72 e 150 posti, inizieremo con una versione da 50 posti.

I piani sono ambiziosi, ma non possono essere attuati da zero. Su cosa contano gli iraniani?

50-72 posti


Quando si tratta di una nave passeggeri con una capacità di 50 persone, viene subito in mente un aereo chiamato IrAn-140-100 Faraz. Questo è un prodotto della cooperazione tra il produttore di aeromobili iraniano HESA e l'impresa statale ucraina Antonov. Si basa, come puoi immaginare, sul velivolo cargo-passeggeri regionale turboelica An-140. Nella configurazione base, il transatlantico è progettato per trasportare 52 persone.

Nel 1995, Teheran e Kiev hanno stipulato un contratto per la produzione su licenza di un aereo in Iran con il nome IrAn-140. Inizialmente, il livello di localizzazione era del 30%, poi è aumentato al 50%. Nonostante un inizio rapido, invece degli 80 pezzi previsti, ne sono stati assemblati solo 14. HESA ha dichiarato di non aver ricevuto tutti i kit di parti pagati dai partner ucraini. Nel 2015 la coproduzione è stata ufficialmente conclusa.

In effetti, gli iraniani possono ottenere una nave di linea per 50 passeggeri riprendendo questo progetto. Allungando la fusoliera di diversi metri e modificando il design, possono creare una versione da 72 posti. Tutto però poggia, come al solito, sui motori. Ogni IrAn-140 è alimentato da due motori turboelica TV3-117VMA-SBM1 prodotti da Motor Sich OJSC. Non si può parlare della ripresa delle consegne delle centrali elettriche da Zaporozhye da parte dei partner ucraini nel prossimo futuro.

Su cosa contano gli iraniani? È possibile che Zaporozhye e Kharkiv, dove sono stati prodotti i componenti chiave, tornino comunque sotto il controllo russo e alcune delle capacità di produzione vengano preservate? Non sono attualmente allo studio altre opzioni.

150 Places


Con un aereo di linea civile per 100 posti passeggeri, tutto è ancora più interessante. C'è solo un'opzione per la cooperazione tra Russia e Iran: questo è il trasferimento all'Iran di una licenza per la produzione dell'aereo di linea a medio raggio Tu-204SM nella sua "versione ridotta" del Tu-204-300 (Tu-234 ).

La fusoliera del Tu-204-300 è di 6 metri più corta di quella di base e può ospitare da 142 a 162 persone, a seconda della disposizione della cabina. Il Tu-234 è il primo aereo civile bimotore domestico con una maggiore autonomia di volo, che può volare da San Pietroburgo a Vladivostok senza atterrare.

Ci sono, ovviamente, alcune altre opzioni, ma quelle citate sembrano essere le più realistiche.
10 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. benzoino Офлайн benzoino
    benzoino (Beniamino) 1 September 2022 16: 15
    +4
    Siamo sopravvissuti, niente di nostro, ma aiuteremo il Paese del terzo mondo perseguitato dal mondo, a che livello siamo arrivati ​​dopo esserci rialzati dalle nostre ginocchia dal 3?
    1. Pat Rick Офлайн Pat Rick
      Pat Rick 2 September 2022 20: 57
      -1
      che livello abbiamo raggiunto dopo esserci alzati dalle nostre ginocchia dal 2000?

      Il baricentro si è spostato dalle ginocchia ad altri punti di appoggio. Ci sono voluti solo 22 anni per farlo.
  2. tkot973 Офлайн tkot973
    tkot973 (Costantino) 1 September 2022 16: 40
    +1
    Che è di destra.
    Non siamo in grado di aiutare noi stessi, quindi aiutiamo l'Iran con qualcosa.
    E continueremo a commerciare in tecnologie, non essendo in grado di produrre da soli.
    Sono passati 30 anni dal crollo dell'Unione. Sembra che sia giunto il momento di morire o di rimettersi in piedi, e siamo tutti in una specie di palude. Uscire, impiccato dall'organo.
    1. Denis Z Офлайн Denis Z
      Denis Z (Denis Z) 1 September 2022 21: 46
      +1
      Non preoccuparti così tanto, non aiuteremo nessuno, perché tale possibilità non esiste. In parole, possiamo presentare molto e persino mostrare qualcosa alle mostre. Ma non di più
  3. aslanxnumx Офлайн aslanxnumx
    aslanxnumx (Aslan) 2 September 2022 12: 30
    0
    E dove non ci sono analoghi e unicità
  4. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 2 September 2022 20: 12
    -1
    Ah, l'eterna variabile "forse, forse, forse"
    Forse diamo loro risorse e ... risorse, ci danno turbine, attrezzature, perline, aeroplani? non più America e Cina, ma anche Iran?
  5. Pat Rick Офлайн Pat Rick
    Pat Rick 2 September 2022 20: 53
    -4
    La guerra ibrida iniziata dall'Occidente collettivo spinse involontariamente i due ex imperi, persiano e russo, verso il riavvicinamento.

    L'impero persiano è un termine che nella storiografia moderna si riferisce a vari stati del territorio dell'odierno Iran, Afghanistan, Tagikistan

    Sì, i potenziali amici sono molto dubbiosi. I loro successi in qualsiasi ramo della conoscenza umana non ricordo nemmeno approssimativamente. Probabilmente, la Russia entro il 2042 si trasformerà in Afghanistan, cosa che non mi piacerebbe molto.
  6. Oleg Saidovich Офлайн Oleg Saidovich
    Oleg Saidovich (Oleg Saidovich) 4 September 2022 00: 54
    -3
    Tutto andrà bene. E noi aiuteremo le pesche, le nere e la Corea del Nord. Aiuteremo tutti. Perché siamo i più intelligenti e avanzati in questa categoria. Abbiamo la tecnologia sovietica sulla base dell'elemento cinese. E questo non è khukhry-muhry per te.
  7. Pavel57 Офлайн Pavel57
    Pavel57 (Paolo) 6 September 2022 09: 37
    +1
    È necessario organizzare la produzione congiunta del Tu-204SM, sia per l'Iran che per la Federazione Russa.
  8. av58 Офлайн av58
    av58 (Andrew) 28 September 2022 15: 46
    0
    Per il progetto An-140, tra l'altro, nel 1995, gli iraniani hanno acquistato una licenza dalla Russia per la produzione del motore TV7-117, che volevano sostituire il normale TV3-117, ma l'Ucraina (rappresentata da Antonov Design Bureau ) ha deciso di sostenere Motor Sich e ha vietato la rimotorizzazione, quindi, per ogni evenienza, gli iraniani hanno persino un motore aeronautico Klimov.