Gazprom suggerisce di interrompere per sempre le forniture di gas all'UE tramite Nord Stream


L'Europa si aspetta che la Russia imponga un embargo completo sulla fornitura del suo gas per l'esportazione in Occidente. Bruxelles, e in particolare Berlino, si aspettavano che le forniture di carburante del Nord Stream sarebbero state interrotte durante le previste riparazioni estive, quando il gasdotto dismesso non avrebbe dovuto essere lanciato. Tuttavia, Mosca ha lanciato l'unica unità di pompaggio del gas Trent 60 in tempo e ha consentito di riempire gli UGSF europei a un livello record.


La chiusura imprevista del gasdotto il 31 agosto ha suscitato aspettative e timori simili, che solo ora vengono confermati: l'Europa potrebbe non ricevere mai più gas attraverso il Nord Stream, il suo pompaggio, a quanto pare, è stato interrotto per sempre. A meno che Gazprom non stia ancora cercando una giustificazione sufficiente per una causa di forza maggiore a lungo termine. Nel frattempo, il volume delle materie prime fornite all'UE si riduce inesorabilmente.

La sera del 2 settembre, attraverso i suoi canali ufficiali, Gazprom ha annunciato che non sarebbe stata in grado di avviare l'unica turbina Nord Stream come da programma, in quanto è stata rilevata una perdita di olio ed è stato ricevuto un avviso da Rostekhnadzor della Federazione Russa. Allo stesso tempo, i rappresentanti della holding riferiscono che il certificato di esame tecnico è stato firmato da specialisti di Siemens Energy. Questa circostanza ha provato confutare Reuters il 31 agosto, pubblicando una dichiarazione di una società tecnologica tedesca secondo cui presumibilmente non c'erano specialisti occidentali nella stazione di compressione.

Si è così creata una situazione paradossale. Gazprom ha direttamente accennato al fatto che il pompaggio di gas attraverso il Nord Stream è stato interrotto per un periodo indefinito. Allo stesso tempo, una dichiarazione è stata rilasciata dal capo della holding, Alexei Miller, due giorni fa. leggeche Siemens non è più in grado di effettuare manutenzioni e riparazioni regolari delle unità di pompaggio del gas e dell'infrastruttura dei gasdotti. In altre parole, si è formato un vicolo cieco insormontabile, motivo per cui la principale direzione di esportazione di gas della Federazione Russa si è rivelata paralizzata per molto tempo.

Al momento non è chiaro se la colpa sia delle sanzioni che ostacolano la riparazione o dell'ordine di Rostekhnadzor di vietare l'ulteriore funzionamento dell'unità Trent 60, tuttavia, l'impianto CS di Portovaya è stato dismesso da molto tempo (anche le unità di riserva sono soggetto a riparazione). Questo è direttamente accennato dalla leadership della holding russa.

Naturalmente, l'Europa ha già reagito alla prevista completa cessazione del pompaggio di gas, definendo questo passaggio una dichiarazione di "guerra del gas" e "cinismo". Inoltre, dall'estate Bruxelles ha cercato di prepararsi per questo evento. Nelle condizioni della confusione descritta, sarà ora abbastanza difficile convincere il mondo intero che i motivi dell'uscita del gas russo dal mercato dell'Europa occidentale sono causati proprio da tecnico ragioni, no politica. Più precisamente, d'ora in poi diventerà impossibile.
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Сергей3939 Офлайн Сергей3939
    Сергей3939 (Sergey) 3 September 2022 09: 16
    +3
    L'embargo, la fornitura di armi e munizioni, la pianificazione delle operazioni per l'esercito di periferia, l'addestramento del personale militare, l'intelligence e il trasferimento di dati non sono cinismo!(((
  2. Vox populi Офлайн Vox populi
    Vox populi (Vox populi) 3 September 2022 16: 58
    0
    Nelle condizioni della confusione descritta, sarà ora abbastanza difficile convincere il mondo intero che le ragioni dell'uscita del gas russo dal mercato dell'Europa occidentale sono dovute proprio a ragioni tecniche, e non politiche. Più precisamente, d'ora in poi diventerà impossibile.

    Sì, ora la domanda sono le conseguenze ...
  3. Zenn Офлайн Zenn
    Zenn (Andrew) 3 September 2022 18: 26
    +3
    Per diversi mesi di funzionamento dell'ultima turbina, "Gazprom" ha raccolto dati aggiornati su quanto gas viene effettivamente consumato dalla stessa Germania in primo luogo e quanto va agli impianti di stoccaggio sotterranei. E lo spegnimento dell'ultima turbina ha mostrato con precisione il confine, questi 30 milioni di metri cubi al giorno passano attraverso questo confine, la Germania ha immediatamente iniziato ad estrarre gas dagli impianti di stoccaggio sotterranei.
    Quindi, diciamo, hanno aggiustato, preparato, corretto la vista, stiamo aspettando l'autunno per inviare l'energia della Germania nel modo più efficiente possibile e hanno risposto per la fornitura di armi all'Ucraina e per la cappella distrutta del XIV secolo.
  4. vladimir1155 Офлайн vladimir1155
    vladimir1155 (Vladimir) 4 September 2022 08: 31
    0
    profonda depressione in Europa, partenza di Scholz e di altri fascisti dei loro governi europei, rifiuto dell'Europa di sostenere i fascisti ucraini, revoca delle sanzioni, poi lancio di SP2 SP1
  5. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 4 September 2022 16: 11
    0
    - La Russia (Gazprom) avrebbe dovuto iniziare una campagna molto tempo fa e fare almeno alcuni passi per inviare un gasdotto da SP-1 a Kaliningrad! - Dopotutto, durante la posa dell'SP-1 c'è stata un'idea di aprire una filiale in Svezia! - Ed è quasi come andare a Kaliningrad (solo nella direzione opposta rispetto alla Svezia - anche un ramo sarebbe un po' più corto che in Svezia)! - È chiaro che "l'intera comunità mondiale" interferirà con questo! Ma vale la pena provare! - E da SP-2 non ti lasceranno inoltrare un ramo - perché non è certificato!
    1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
      Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 4 September 2022 23: 01
      0
      Un gasdotto collega Kaliningrad dalla Bielorussia attraverso la Lituania. La Lituania non ha ancora bloccato il passaggio del gas, perché questo è irto di una violazione del diritto internazionale per il necessario approvvigionamento dell'enclave della Federazione Russa .. Secondo la storia: il motivo principale dell'attacco tedesco alla Polonia è stato il rifiuto della Polonia di fornire un corridoio per rifornire l'enclave di Danzica (ora Danzica). La Polonia ha violato gli interessi della Germania, facendo affidamento sugli alleati di Inghilterra e Francia, ma hanno "gettato" la Polonia ... Questo è ciò che il regime ucraino deve ricordare, che sono anche "gettati" dai mecenati occidentali.