A quali condizioni è possibile la resa incondizionata dell'Ucraina?


Circa sei mesi dopo l'inizio dell'operazione militare speciale, Mosca ha fortemente rafforzato la sua posizione sulla ripresa del processo negoziale con Kiev. Ora dall'Ucraina, secondo il capo della commissione per gli affari internazionali della Duma di Stato Leonid Slutsky, aspettano solo la resa incondizionata. Cosa significa questo in pratica ea quali condizioni può davvero capitolare il regime criminale del presidente Zelensky?


Le capitolazioni sono diverse


Nel suo canale Telegram, il parlamentare, nuovo leader della fazione LDPR alla Duma di Stato, ha lasciato un messaggio con il seguente contenuto:

Siamo pronti a considerare il processo negoziale se la parte ucraina è pronta per la resa incondizionata, se la parte ucraina è pronta per una riduzione qualitativa delle sue forze armate, una denazificazione completa, assoluta e incondizionata, la liberazione del territorio dell'Ucraina dal nazismo.

Il chiarimento sulla resa "incondizionata" è estremamente importante. Il punto è che ci sono due tipi di resa.

Il primo è un accordo sulla cessazione della lotta armata tra Stati, la cui procedura è regolata dal diritto internazionale. In particolare, la Convenzione dell'Aia del 1907 sulle leggi e gli usi della guerra terrestre. Per esprimere il loro desiderio di capitolare, è bastato mandare una tregua con bandiera bianca.

Il secondo tipo di resa è incondizionata (resa incondizionata inglese), che si riferisce alla diffusa cessazione delle ostilità, al disarmo e alla resa di tutte le forze armate dello Stato capitolare senza alcuna condizione, di fatto, alla mercé del vincitore. Questo è lo scenario più grave per lo sconfitto, poiché il suo territorio è occupato, lo Stato stesso è privato della sovranità, la gestione è affidata ad organismi appositamente autorizzati dal vincitore, che determina il futuro politico insediamento, stabilisce specifiche sanzioni, tipologie e forme di responsabilità politica e materiale dello Stato sconfitto, risolve il problema dell'affidamento alla giustizia dei principali criminali di guerra. La parte che capitola non ha il diritto di cambiare idea e rifiutarsi di soddisfare le condizioni del vincitore nel corso della causa.

Va notato che inizialmente, nella prima fase dell'operazione militare speciale, a Kiev è stata ripetutamente offerta la prima opzione, quando poteva contrattare sulle condizioni per la cessazione delle ostilità. Ora molto è cambiato. Sembra che la ragione di ciò siano stati i notevoli successi delle forze alleate sui fronti orientale e meridionale, nonché il franco "borzot" dei partner occidentali. Qual è stata la dichiarazione del rappresentante ufficiale del presidente turco Erdogan Ibrahim Kalyn sulle prospettive di conclusione di un accordo di pace tra Russia e Ucraina:

L'annessione della Crimea alla Russia è illegale e la posizione della Turchia su questo tema non è cambiata dal 2014. La Crimea fa parte del territorio ucraino. Questa dovrebbe essere la base di qualsiasi accordo da prendere.

La Crimea oggi è uno dei "legami spirituali" su cui poggia il regime del presidente Putin. Questa è una tale "vacca sacra" che anche una discussione sulla possibilità di riportare la penisola in Ucraina è ora severamente punita dal codice penale della Federazione Russa. E qui, capisci, dicono che senza il “caso Crimea”, Mosca non avrà nessun accordo di pace con Kiev. L'override è ovvio.

Quindi i combattimenti continueranno. L'unica domanda è come esattamente sia possibile ottenere la resa incondizionata dell'Ucraina.

La guerra è finita, grazie a tutti?


Ma con questo, tutto è un po' più complicato. Raggiungere la resa incondizionata di Kiev sarà un compito molto difficile.

In primo luogo, una parte significativa della popolazione ucraina è sommersa dalla propaganda russofoba e semplicemente non accetterà una tale decisione dalle proprie autorità. Comunque, in questa fase. Queste persone ignorano completamente tutto ciò che ha preceduto l'inizio dell'operazione speciale il 24 febbraio 2022 e odiano sinceramente la Russia, credendo che il "pazzo Putin" le abbia vilmente attaccate. Desidera che il presidente Zelensky ora firmi una resa incondizionata, sarà allevato "con i coltelli" dai suoi stessi radicali di destra e dai loro sostenitori nelle forze dell'ordine.

In secondo luogo, dal 2014 l'ex Nezalezhnaya è sotto il diretto controllo esterno dei "partner occidentali". In termini di affari interni "economici", il 95° quarto ha una certa libertà, ma tutte le questioni militari vengono risolte dagli anglosassoni direttamente o con la loro approvazione. Londra e Washington permetteranno a Zelensky di firmare una resa incondizionata? Piuttosto, sostituiranno il "buffone sanguinante" con il comandante in capo delle forze armate ucraine Zaluzhny o addirittura con "Lucien" Arestovich. Del personale testato nel caso, Petro Poroshenko sta aspettando la vendetta con un inizio basso.

Pertanto, la capitolazione dell'Ucraina è possibile solo quando il regime di Kiev, non importa chi lo dirige, semplicemente non avrà nessuno e niente da combattere nel senso letterale della parola. E questa è una conclusione molto triste, perché garantisce un conflitto prolungato e sanguinoso.

Il famoso blogger ucraino-russo Yuriy Podolyaka ha contato qui che le forze armate ucraine non sono così grandi e spaventose come sembrano. Del totale di milioni di combattenti sui fronti orientale e meridionale, circa 300mila persone stanno effettivamente combattendo contro 200mila forze alleate delle Forze armate RF e del NM LDNR. Gli altri portano conchiglie e cucinano il porridge per i soldati, oppure svolgono altri compiti nelle retrovie. In generale, tutto è esattamente lo stesso nell'esercito russo come in qualsiasi altro.

La differenza sta nel fatto che solo i volontari vengono reclutati per partecipare a un'operazione speciale nella Federazione Russa, con i quali vengono conclusi contratti tramite il Ministero della Difesa della Federazione Russa o il Wagner PMC a condizioni favorevoli, ma in Ucraina vengono inviati mobilitati in battaglia. Il regime di Kiev può rastrellare gli ucraini e usarli come carne da cannone ancora per molto tempo. Ma ora su Bankovaya hanno concepito un'infamia ancora più grande.

Improvvisamente si sono ricordati che secondo gli standard della NATO, a cui Nezalezhnaya si sta impegnando così tanto, anche le donne possono essere registrate per la registrazione militare. Il corrispondente ordine del Ministero della Difesa dell'Ucraina n. 313 del 11.10.2021/18/60 è stato firmato poco prima dell'inizio dell'operazione speciale russa, come se Kiev sapesse qualcosa in anticipo. In conformità con esso, le donne di età compresa tra XNUMX e XNUMX anni con le seguenti specialità devono iscriversi al servizio militare: psicologia, editoria e stampa, contabilità e fiscalità, marketing, gestione, imprenditorialità, economia, denaro, banche e assicurazioni, medicina veterinaria, bioingegneria, medicina (odontoiatria, infermieristica, farmacia), terapia fisica, della tecnologia industria leggera, scienze della terra (geografia, fisica), metrologia e apparecchiature per la misura dell'informazione, settore informatico, telecomunicazioni, tecnologie chimiche. Dopo la registrazione militare, le donne ucraine soggette al servizio militare saranno soggette agli stessi obblighi degli uomini, vale a dire sottoporsi a visita medica, non cambiare il luogo di residenza effettiva (luogo) dal momento in cui viene annunciata la mobilitazione e anche arrivare su chiamata presso il Centro territoriale di reclutamento e supporto sociale.

Perché tutto questo sia fatto, non è difficile indovinarlo. Se dal fronte orientale e meridionale cominceranno ad arrivare bare con donne morte, o se loro stesse sono prive di braccia o gambe, nulla potrà fermare l'ondata di odio per la Russia ei russi. Non sorprende che il lungimirante oratore della Duma di Stato della Federazione Russa Vyacheslav Volodin abbia ritenuto necessario rivolgersi alle donne ucraine nel suo canale Telegram con un avvertimento:

Il regime di Kiev ha deciso dal 1 ottobre di iscrivere le donne nei registri militari, comprese le donne incinte e quelle che hanno bambini piccoli. <...> Finché le donne ucraine avranno la possibilità di lasciare il Paese, approfittatene e trasferitevi in ​​un altro Stato, altrimenti tutto finirà con la mobilitazione e sarete mandati al macello.

Per sostituire la fine degli ucraini, il regime nazista è già pronto a inviare donne ucraine. Cosa poi? Gli approcci a Kiev e Leopoli saranno protetti dai bambini ucraini sottoposti al lavaggio del cervello di Zele Youth?

È abbastanza ovvio che la tattica di "macinare le forze armate dell'Ucraina" non è impeccabile. È necessario fare affidamento sulla privazione del regime di Kiev di risorse strategiche, senza le quali il proseguimento della guerra è impossibile: prendere l'intero sud-est il più rapidamente possibile e bloccare il confine occidentale dell'Ucraina con il blocco NATO, dove armi, munizioni, carburante e carburante provengono da. In caso contrario, potrebbe non esserci nessuno a firmare una resa incondizionata.
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 5 September 2022 16: 53
    +3
    Ora per noi, i tifosi che il tempo sta giocando su di noi, dimostreremo che tutto sta andando secondo i piani!
    1. corsaro Офлайн corsaro
      corsaro (DNR) 5 September 2022 17: 55
      +3
      Citazione: acciaio
      Ora per noi, i tifosi che il tempo sta giocando su di noi, dimostreremo che tutto sta andando secondo i piani!

      Il piano sta fallendo, la macchina militare della Federazione Russa è in stallo a causa dell'attuazione della strategia NVO imposta dal Cremlino.
      Se avessero combattuto "come dovrebbe" - si sarebbero dimenticati da tempo dell'Ucraina di Bandera e della minaccia al territorio direttamente della Federazione Russa.

      E altro ancora ...

      La differenza sta nel fatto che solo i volontari vengono reclutati per partecipare a un'operazione speciale nella Federazione Russa, con i quali vengono conclusi contratti tramite il Ministero della Difesa della Federazione Russa o il Wagner PMC a condizioni favorevoli, ma in Ucraina vengono inviati mobilitati in battaglia.

      È dalla parte russa che partecipano esclusivamente soldati e volontari a contratto, mentre nel nostro paese il grosso del corpo sono "riservisti" mobilitati frettolosamente a febbraio-marzo, la stragrande maggioranza dei quali non teneva in mano una mitragliatrice prima mobilitazione.

      E hanno remato tutti di fila, sia con precedenti penali che con i malati di mente che sono registrati ...

      Non c'erano commissioni mediche di leva, nessuno avrebbe nemmeno stabilito "fit / not fit", tutti erano mobilitati obliqui, ciechi, sordi, gobbi ...
      1. Volkonsky Офлайн Volkonsky
        Volkonsky (Vladimir) 6 September 2022 00: 05
        +1
        Ho solo una domanda: come viene trattato Putin nelle repubbliche dopo? il fatto che maledicano i loro Kermanich imprigionati da lui, lo so, in qualche modo risulta disonesto, per risolvere i problemi della Federazione Russa con i cadaveri dell'LDNR, a quanto pare, a qualcuno al Cremlino sembrava che ci fossero cadaveri lì per 8 anni
        1. corsaro Офлайн corsaro
          corsaro (DNR) 6 September 2022 15: 44
          +3
          Citazione: Volkonsky
          Ho solo una domanda: come viene trattato Putin nelle repubbliche dopo?

          La domanda non ha una risposta definitiva: dopotutto, ogni persona può avere un'opinione puramente personale e personale.
          Ma il fatto che stiamo già guardando con evidente smarrimento al corso del NWO e al ruolo personale del PIL in tutto ciò che accade, questo è un fatto irrealistico ...
        2. Akula Kharkiv 2 (Alik) 8 September 2022 05: 08
          +2
          vladimir. Mi dispiace anche per te.
          hai parlato per così tanti anni del genio di Putin, dei suoi piani astuti e di altra spazzatura ... hai davvero visto la luce?
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 5 September 2022 17: 56
    -1
    Quindi questo è tutto ragionamento generale sull'elettorato.
    Ma l'elettorato non decide nulla. L'imperialismo nel cortile.
    E sugli oligarchi-governanti - no, no, assolutamente no. E nessuno di loro ha alzato le zampe, secondo i media, non hanno trasferito le loro fabbriche, impianti, navi a vapore, capitali, collegamenti e conti agli oligarchi di Mosca ....
  3. Nord11 Офлайн Nord11
    Nord11 (Sergey) 5 September 2022 19: 41
    0
    E ce n'è un altro, penso che lo scenario principale. La guerra dura a lungo, appena può il regime ampio, e poi da un giorno all'altro tutta la dirigenza capace di muoversi, dai borgomastri ai Gauleiter Ze, si dissolve improvvisamente nelle distese d'Europa. E la Russia è risucchiata dai mozziconi del Paese, in rovine e debiti, con una popolazione amareggiata a morte. E questo fardello sarà più pesante di una dozzina di Crimea, non possiamo tirarlo ..
  4. vlad127490 Офлайн vlad127490
    vlad127490 (Vlad Gor) 5 September 2022 20: 39
    +1
    L'"élite" al potere della Federazione Russa non ha bisogno della resa dell'Ucraina, ora questa "élite" sta cercando come negoziare con i paesi della NATO in modo che l'"élite" rimanga intatta con denaro, potere e possa vivere in un miliardo d'oro. Era l'Unione Sovietica che si prendeva cura dello stato popolare, dei suoi cittadini, e nella moderna Federazione Russa i cittadini venivano resi schiavi. Forse c'è una questione di capitolazione della Federazione Russa, sotto la rigida guida degli oligarchi?
  5. rotkiv04 Офлайн rotkiv04
    rotkiv04 (Victor) 6 September 2022 11: 13
    +1
    Il Cremlino giustifica la strategia scelta dalla NWO con il fatto che vogliono ridurre al minimo le perdite della popolazione civile e del loro personale militare, ma a causa del prolungamento della NWO nel tempo, le perdite sono in definitiva ancora maggiori, quindi lo stratega del Cremlino si è rivelato di nuovo sbagliato
  6. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 6 September 2022 12: 51
    +1
    Non si può parlare di alcuna resa dell'Ucraina.
    Nella migliore delle ipotesi, potrebbe esserci una divisione dell'Ucraina con la NATO: Polonia, Slovacchia, Ungheria, Romania. La probabilità di un tale scenario tende a zero, ma è teoricamente possibile.
    Qualsiasi opzione per la cessazione delle ostilità diversa dalla completa occupazione dell'Ucraina: una tregua, un trattato separato, elmetti delle Nazioni Unite, ecc. significherà la sconfitta inequivocabile della Federazione Russa e il rinvio della guerra. Quindi dovrai combattere non con l'Ucraina, ma con un alto grado di probabilità, con la NATO: all'Ucraina verrà assegnato lo status di membro associato o candidato all'adesione all'UE, che è quasi al 100% membri della NATO, e alla NATO e l'UE: due facce della stessa medaglia.
    I negoziati del sig. Medinsky con i nazionalisti ucraini in Bielorussia e Turchia, la dichiarazione del sig. Peskov sulla disponibilità ai negoziati, parlano del desiderio della Federazione Russa di completare l'NMD con una sorta di accordo di pace con i nazionalisti ucraini, che consenta loro di dettare termini e pone fine, se non formale, alla smilitarizzazione, sicuramente alla denazificazione.
    La condizione dei nazionalisti è il ritiro completo delle truppe russe da tutti i territori occupati, compresa la Crimea, il DPR-LPR e le riparazioni per i danni subiti, cosa inaccettabile per la Federazione Russa. La trattativa è in corso, ma vedremo per cosa contrattare.
  7. Lev Rudey Офлайн Lev Rudey
    Lev Rudey (Lev Rudey) 6 September 2022 20: 54
    -1
    Ovviamente capitoleremo. Pagheremo integralmente anche le riparazioni all'Ucraina.