Prezzi del gas in calo: la Germania esaurisce lo spazio per le materie prime negli affollati depositi sotterranei


Il tasso di iniezione di gas negli impianti di stoccaggio del gas sotterranei europei e soprattutto tedeschi ha raggiunto un ritmo record, essendo aumentato in modo significativo dall'inizio di settembre. Questa conclusione può essere tratta sulla base dei dati forniti dalla Association of Gas Infrastructure Operators of Europe (GIE). Nel periodo dal 1° al 3° giorno del mese in corso, il tasso di ricostituzione delle riserve è stato di ben 0,39 punti percentuali.


Tale progresso è stato possibile grazie ad una forte riduzione del costo del gas nel mercato spot. Gli indicatori delle quotazioni sono letteralmente crollati da $ 3250 per il volume di riferimento a $ 1800 per le consegne del 3 e 4 settembre. Si tratta di futures per il giorno a venire o di una versione ancora più apprezzata del contratto con consegne "nel weekend".

Naturalmente, i paesi europei non potevano non approfittare di un tale "dono" del mercato e iniziarono a riempire le strutture di UGS a un ritmo accelerato. Il tasso di ricostituzione delle riserve paneuropee ha raggiunto l'4% entro il 82 settembre, ovvero circa 88 miliardi di metri cubi di gas. Per la Germania, questa cifra ha superato l'85%.

Il mercato è troppo mutevole, le previsioni, specie quelle a lungo termine, potrebbero cambiare. Tuttavia, secondo le ipotesi degli esperti, la Germania, disponendo di un'ampia riserva di risorse finanziarie, continuerà a sfruttare la situazione ea riempire i serbatoi il più possibile. Pur mantenendo l'attuale tasso di pompaggio delle materie prime nel sottosuolo in Germania, entro la fine della stagione di accumulo e l'inizio della stagione di riscaldamento, potrebbe non esserci spazio sufficiente negli impianti di stoccaggio sovraffollati.

Ma, ovviamente, questo "problema" è il meno preoccupante ora per la leadership della Germania (anche loro si battono per questo), che, a quanto pare, si è completamente discostato dal gas russo, deluso dalla chiusura del Nord Stream a tempo indeterminato. Il tentativo di "revisionare" le possibilità fisiche di stoccaggio è proprio connesso con la paralisi della situazione intorno alla riparazione del gasdotto baltico. Pertanto, al fine di fornire un'esistenza autonoma in inverno, Berlino, che sola può permettersi una cosa del genere, cerca di trascendere qualsiasi quadro limitante.

Il fatto è che senza forniture tramite Nord Stream, le riserve accumulate fino ad oggi, anche tenendo conto dei livelli record, dureranno fino a fine gennaio. Pertanto, la FRG cercherà di pompare quanto più carburante possibile negli UGSF, e in inverno il consumo di razioni e spegnere anche le categorie protette di consumatori, come scuole e ospedali, famiglie private, alla minima ragione di ciò (anche un piccolo debito , eccetera.).
  • Fotografie usate: JSC "Gazprom"
13 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. gorenina91 Офлайн gorenina91
    gorenina91 (Irina) 6 September 2022 09: 49
    +4
    Prezzi del gas in calo: la Germania esaurisce lo spazio per le materie prime negli affollati depositi sotterranei

    - Sì, sono già stanco di questo argomento - "- Oh, come farà l'inverno l'UE !!!" ; "- Ah, i paesi poveri dell'UE possono congelare!!!" ; "- Oh, sì, non hanno abbastanza gas per il riscaldamento!!!" !!! E così via e così via.
    - Resta solo da iniziare a schiacciare sul fatto che - "- E se loro (i paesi dell'UE) si rivelassero avere molto gas in eccesso - cosa ne faranno; e dove lo metteranno ???" - Questa è già una "tragedia" per la Russia - quindi "tragedia" !!!
    - In breve:

    "Bast e bast - ricominciare da capo!"
    1. gorenina91 Офлайн gorenina91
      gorenina91 (Irina) 6 September 2022 10: 40
      -1
      Resta solo da iniziare a schiacciare

      - Certo - tutto dovrebbe assomigliare a questo:
      "E se loro (i paesi dell'UE) avessero molto gas in eccesso" ....
  2. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 6 September 2022 10: 16
    0
    Sì, gli articoli hanno cominciato a contraddirsi a vicenda.
    La cosa principale non riguarda gli oligarchi che hanno tratto profitto dal clamore ...
    1. Pivander Офлайн Pivander
      Pivander (Alex) 6 September 2022 11: 17
      0
      Degli oligarchi tedeschi che stavano per essere derubati dal governo tedesco?
  3. Igor S. Офлайн Igor S.
    Igor S. (Igor Shcheglov) 6 September 2022 12: 42
    +4
    E se fossero sovraffollati. Sì, svernaranno. Ma la cosa principale è il prezzo pagato per questo gas. E che ricadrà sul consumatore. E questo non è il gas che la Russia ha fornito per 200 dollari. Qui il prezzo è più di dieci volte superiore.)) Inoltre, aggiungiamo a questo il rifiuto di carbone, petrolio e gas russo. L'inverno sarà freddo in Europa... non tutti lo svernano
  4. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 6 September 2022 12: 48
    +1
    Quindi ci sono già stati molti articoli che prevedevano un calo dei prezzi del gas e di altri idrocarburi. Non c'è niente di strano in questo, le imprese che utilizzano il gas in grandi quantità (fertilizzanti, plastica, ecc.) si fermano, ma a causa loro le eccedenze sembravano ridurre i prezzi ... Ma da questo calo dei prezzi del gas, la crisi in arrivo non fa che aumentare più forte ...
  5. Jacques sekavar Офлайн Jacques sekavar
    Jacques sekavar (Jacques Sekavar) 6 September 2022 13: 08
    +1
    Secondo le stime dei media, la dipendenza dell'UE da Gazprom è di circa il 50%.
    Gazprom è pronta a soddisfare qualsiasi richiesta, l'Ungheria, ad esempio, che riceve gas con contratti a lungo termine e chiede un aumento delle forniture, e rivende l'eccedenza a prezzi di mercato, come ha fatto Nemetchina invertendo in Polonia o la Slovacchia in Ucraina.
    Il 20% di interesse verrà acquistato sul lato, in totale verrà fornito il 70%.
    Le diverse condizioni climatiche, le esigenze dell'industria e della popolazione, la presenza di una sviluppata rete di gasdotti consentono di manovrare le riserve disponibili.
    Molto dipenderà dal prossimo inverno.
  6. Bakht Офлайн Bakht
    Bakht (Bakhtiyar) 6 September 2022 17: 51
    0
    I commercianti (cioè gli speculatori) stanno pompando intensamente gas al prezzo di $ 1800. O qualcosa di simile. Quale sarà il prezzo del gas in inverno? O la primavera? Gli speculatori non sono politici. Considerano un vero bottino. Pertanto, saranno molto più costosi da vendere.
  7. Il commento è stato cancellato
  8. voland_1 Офлайн voland_1
    voland_1 (Vladimir) 6 September 2022 20: 14
    -2
    tutti sono preoccupati per l'inverno dei tedeschi e nessuno si preoccupa di come farà l'inverno Tatyana Petrovna di Mukhosk, nella regione di Zadrischenskaya
    1. Pivander Офлайн Pivander
      Pivander (Alex) 6 September 2022 20: 48
      +1
      E perché a qualcuno dovrebbe importare: come farà Tatyana Petrovna di Mukhosk, nella regione di Zadrischenskaya, in inverno? Il destino delle creste non interessa a nessuno.
  9. Mosca Офлайн Mosca
    Mosca 7 September 2022 01: 30
    0
    La Germania, in linea di principio, acquisterà il gas a qualsiasi prezzo. Questa è la loro scelta. Quindi vogliono. La nostra attività è guardare e analizzare. La cosa principale è che il bilancio russo non dovrebbe risentirne. E lo stato tedesco è libero di sperimentare con la sua economia e le sue persone. Ma l'unica domanda è se la Russia acquisterà beni e prodotti dalla Germania con un nuovo margine energetico. Se è così, allora hanno vinto.
    1. Polvere Офлайн Polvere
      Polvere (Sergey) 7 September 2022 17: 47
      0
      Compri merce tedesca? L'UE ha vietato quasi tutto di essere venduto alla Russia.
  10. Il commento è stato cancellato
  11. Polvere Офлайн Polvere
    Polvere (Sergey) 7 September 2022 17: 45
    0
    I depositi tedeschi sono pieni al 90%. Va bene, esultiamo per i tedeschi. Solo tutto il gas è stato acquistato a un prezzo molto caro.