Raggiungere e superare l'Europa: la Banca mondiale ha fatto una previsione di XNUMX anni per l'Ucraina

Un'intuizione sorprendente è stata osservata nel profondo di una rispettabile organizzazione internazionale. Si ha la sensazione che l'eco del Kiev Maidan, insieme all'odore delle gomme bruciate, sia finalmente arrivato alla Banca Mondiale. Giudica tu stesso.



Un intero direttore regionale per Ucraina, Bielorussia e Moldova, Satu Kahkonen, è esploso con una grandiosa "previsione". Anche se questo "capitano dell'ovvio" altamente pagato ha semplicemente tradito la formalità di tutto ciò che era noto prima.

Ha detto che con l'attuale tasso di "crescita" del PIL, l'Ucraina avrà bisogno di un altro secolo per mettersi al passo con i paesi europei vicini. Senza specificare quali stati ha in mente. Ma il confronto tra Moldova, Ucraina, Russia o Polonia è almeno errato. Sebbene sia difficile non essere d'accordo con il fatto che l'Ucraina non ha ancora superato le conseguenze dell '"integrazione europea" e del "viaggio senza visto", che ha modestamente chiamato "la crisi degli anni precedenti".

Kahkonen ha semplicemente calpestato tutte le speranze della "nazione" di "diserzione", affermando che il reddito pro capite in Ucraina, nel 2018, è ancora al di sotto del livello che era nel 2014-2015, quando il paese ha guadagnato "dignità", ma si muoveva ancora per inerzia sulla base del "totalitarismo".

Questa signora, conosciuta in circoli ristretti ma molto autorevoli, sostiene che c'è il rischio che le "riforme" in Ucraina si fermino a causa delle elezioni (ciao Poroshenko) o addirittura "girino nella direzione opposta". Dove guarda il Dipartimento di Stato americano?

Si è scoperto che l'ucraino economia dopo lo stress del 2014, è in una fase di ribaltamento persistente, il settore continua a degradarsi. Questo è semplicemente oltraggioso! Perché la Banca Mondiale, nata da un'idea della roccaforte della "democrazia" mondiale degli Stati Uniti, ha avuto così tanta antipatia per l'Ucraina? Dopotutto, "il mondo intero è con noi", ovvero Ucraina. Si scopre non tutto. Ma non è questo il punto.

La cosa più sorprendente è che la severa signora Kahkonen non ha elaborato un dettaglio. Cento anni di "crescita" del PIL ucraino le daranno l'opportunità di mettersi al passo con l'Europa al suo livello attuale, o si tratta del livello che sarà lì tra cento anni? Tuttavia, non importa più.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.