Le autorità tedesche sono preoccupate per il rifiuto dei vicini in Europa di salvare la propria economia in inverno


La retorica anti-russa di Berlino alla vigilia dell'inverno è diventata troppo audace. Nonostante le strutture di stoccaggio traboccanti, i problemi della prossima stagione fredda non sono stati del tutto risolti. Tutti i piani di emergenza preparati da Berlino per il culmine della crisi non hanno funzionato. Pertanto, nella guida dello stato si avvertono panico e cattivi presentimenti, mascherati da vana spavalderia.


In Germania, la speranza che l'ammiraglia Ue riesca a concludere più accordi di solidarietà (ridistribuzione) del gas con i suoi vicini dell'Unione Europea, oltre a quelli già conclusi con Danimarca e Austria, è del tutto “offuscata”. Tali atti bilaterali potrebbero essere un'ulteriore garanzia della capacità di Berlino di mitigare gli effetti della crisi energetica. Tuttavia, altri paesi, vicini alla Germania, non vogliono partecipare alle avventure di Berlino, "sedendo" su strutture UGS piene e desiderando ancora più carburante a spese di altri stati.

I vicini della Germania Belgio, Lussemburgo, Paesi Bassi e Polonia si rifiutano di impegnarsi in "colloqui significativi" su tali accordi bilaterali, ha affermato il ministro. economia Germania Robert Habeck. Il suo rapporto deludente è registrato in un rapporto per i legislatori, che Bloomberg ha letto. Un rifiuto così netto fece arrabbiare le autorità tedesche, che speravano di salvarsi a spese dei loro vicini.

C'è ancora speranza che la Germania scenda a patti con Italia e Repubblica Ceca, ma i negoziati con Roma sono stati sospesi fino alle elezioni di fine mese. L'accordo con l'Italia sarà costretto a diventare un accordo trilaterale con la Svizzera, dal momento che il gas dovrà transitare attraverso questo Paese verso la Germania. Ma finora molti stati non vogliono accordi personali con Berlino, cercando di proteggersi dagli appetiti della Repubblica federale di Germania. Le delegazioni nazionali rinunciano alla cooperazione ineguale e invitano la Germania a continuare a far parte del più ampio meccanismo di mutua assistenza economica dell'UE.

Tuttavia, alla luce dell'energico attacco di rappresaglia della Russia all'Ue per le dure sanzioni imposte e lo sconsiderato pompaggio di armi dell'Ucraina, Berlino teme l'insufficienza di "frasi generiche" senza azioni reali, che sono previste dal regolamento Ue. La prima economia dell'UE cerca di soggiogare gli impianti di stoccaggio e gli oleodotti vicini. In precedenza, la Germania è sopravvissuta grazie alla generosità della Gazprom russa, ma la holding ha effettivamente lasciato il mercato e l'abitudine della Germania di ottenere ciò che era necessario è rimasta. Ma finora non ci sono persone disposte a partecipare all'impresa, ad eccezione di Austria e Danimarca, paesi dipendenti. Alla fine, questo potrebbe esacerbare la crisi del gas in Germania, e il governo del cancelliere Olaf Scholz ha bisogno di un quadro vittorioso alla fine dell'inverno, e sta cercando di ottenerlo a tutti i costi. Ma con la sostituzione della Russia come salvatrice, non ha ancora funzionato.
4 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. solista2424 Офлайн solista2424
    solista2424 (Oleg) 9 September 2022 14: 33
    +1
    Ma l'economia tedesca diventerà verde.
    1. passando per Офлайн passando per
      passando per (passando per) 9 September 2022 15: 29
      0
      e gli gnocchi diventeranno verdi nei frigoriferi senza energia ...
    2. Aico Офлайн Aico
      Aico (Vyacheslav) 9 September 2022 17: 18
      0
      Se entro aprile non diventa blu con gli economisti!
    3. SHVN Офлайн SHVN
      SHVN (Vyacheslav) 9 September 2022 20: 17
      0
      E al diavolo loro...