Israele e gli Stati Uniti sono preoccupati per il "piano astuto" russo

La pubblicazione israeliana DEBKAfile, specializzata in intelligence, sicurezza e difesa, afferma che specialisti iraniani gestiranno le installazioni S-300 in Siria. Il sito cita fonti dei servizi di intelligence americani e israeliani.



Secondo la risorsa, la Russia ha preso una decisione del genere a causa dei timori per la vita dei suoi militari, che potrebbero morire se Israele o gli Stati Uniti decidessero di distruggere i sistemi missilistici antiaerei trasferiti a Damasco.

DEBKAfile ritiene che la leadership russa abbia pianificato fin dall'inizio che l'esercito iraniano avrebbe servito l'S-300. Pertanto, i sistemi della stessa modifica S-300PMU-2, che sono stati consegnati a Teheran nel 2016, sono stati trasferiti in Siria. Ma Mosca ha scelto di non dichiarare pubblicamente tali intenzioni.

Secondo fonti del sito web israeliano, specialisti iraniani sarebbero già stati consegnati in Siria.

Gli Stati Uniti e Israele sono molto preoccupati per le azioni russe. Il fatto che l'S-300 sarà controllato dagli iraniani, Washington e Tel Aviv vede lati positivi e negativi. Sul lato positivo, il rischio di uccidere o ferire l'esercito russo è ridotto in caso di attacchi contro il sistema di difesa aerea. Quello negativo è il rafforzamento delle posizioni iraniane in Siria.

Va notato che ormai la Russia ha completato la consegna di tre sistemi S-300 alla Siria. Sono stati trasferiti agli alleati gratuitamente, poiché l'esercito russo sta sostituendo l'S-300 con complessi S-400 più moderni. Il dipartimento della difesa russo ritiene che l'addestramento dell'esercito siriano nel servire i complessi richiederà tre mesi.
  • Foto utilizzate: www.depositphotos.com
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Jacques Офлайн Jacques
    Jacques (Jacques) 25 può 2020 16: 01
    -2
    20 maggio 2020! ))))