Military Watch Magazine: gli Stati Uniti cambieranno tattica in Asia e nel Pacifico


Washington è costretta a dirottare sempre più risorse per contrastare la potenza militare cinese nel Pacifico, che probabilmente continuerà negli anni '2030 del XNUMX, scrive Military Watch Magazine.


Dal crollo dell'Impero del Giappone, gli Stati Uniti sono stati abituati a considerare l'Oceano Pacifico come il suo "lago". Tuttavia, l'ascesa della potenza militare cinese preoccupa sempre più il Nuovo Mondo.

E dall'altra parte dell'oceano, iniziano a considerare soluzioni piuttosto insolite per mantenere la superiorità.

Con l'equilibrio di potere che si sta spostando rapidamente a favore della RPC, gli Stati Uniti sembrano prendere sempre più in considerazione l'adozione di tattiche asimmetriche per contrastare l'EPL.

Uno dei risultati di tali discussioni è stata la necessità di mantenere una flotta di 10-12 gigantesche portaerei a propulsione nucleare, che ora stanno diventando sempre più vulnerabili alle armi antinave cinesi a lungo raggio.

Invece, la Marina degli Stati Uniti sta valutando di investire in portaerei leggere da 40 tonnellate che dispiegano caccia stealth specializzati in atterraggio verticale.

Sebbene ciascuna di queste portaerei più leggere abbia solo una frazione della potenza d'attacco di una grande portaerei nucleare, si dice che le navi abbiano maggiori possibilità di avvicinarsi abbastanza al nemico.

L'eventuale abbandono delle "superportaerei" non ha precedenti nella storia della Marina degli Stati Uniti e arriva in un momento in cui la Cina sta investendo nella propria flotta di navi da guerra simili.

Il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato sulle forze nucleari a raggio intermedio (Trattato INF) nel 2018, il cui obiettivo principale è il dispiegamento di missili balistici e da crociera nell'Asia orientale, può anche essere visto come un segno che le forze armate statunitensi si stanno avvicinando l'uso di missili asimmetrici nelle tattiche del Pacifico.

I missili terrestri schierati da lanciatori mobili sono stati a lungo visti come un modo per minacciare forze nemiche superiori. È stato utilizzato attivamente dalla Corea del Nord e anche dalla Cina stessa, fino a quando non ha innalzato il livello adeguato delle forze armate convenzionali.

Un altro segnale che l'America si sta spostando verso una strategia asimmetrica viene dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti, che ha recentemente compiuto diversi passi in questa direzione. Quindi queste truppe abbandonarono una parte significativa dei veicoli corazzati e dei sistemi di artiglieria. Ciò è in linea con la crescente enfasi del Corpo sulle operazioni segrete, in cui i Marines faranno molto affidamento sul rimanere invisibili fino al momento giusto.

I Marines dovrebbero tentare di paralizzare le forze convenzionali cinesi con tattiche "asimmetriche" e persino di guerriglia, neutralizzando obiettivi come le navi di superficie nemiche anche senza che la Marina degli Stati Uniti partecipi direttamente alla battaglia.
  • Foto utilizzate: Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Vladimir Tuzakov Офлайн Vladimir Tuzakov
    Vladimir Tuzakov (Vladimir Tuzakov) 12 September 2022 15: 43
    0
    Un altro cambiamento nella politica delle "dreadnought" - portaerei a nuovi metodi di guerra - stealth, dispersione, armi di precisione a lungo raggio, comunicazioni e ricognizione, dai micro UAV ai satelliti e altro ... Nell'aviazione, è stato a lungo determinato chi è stato il primo a rilevare il nemico, lui e ha vinto ... Quindi una tale immagine di guerra è scesa a terra ... Le operazioni militari nel NWO ne sono la prova (Himars ad alta precisione, intelligence dagli Stati Uniti, eccetera.)