Il Ministero della Difesa e Roskosmos hanno nominato una nuova versione dell'incidente di Soyuz

La commissione, che sta indagando sull'incidente del veicolo di lancio Soyuz-FG (LV) con il veicolo spaziale con equipaggio Soyuz MS-10, continua il suo lavoro. E nei prossimi giorni annuncerà la conclusione definitiva sui motivi dell'incidente, secondo fonti del ministero della Difesa e Roscosmos.



Non molto tempo segnalatiche la causa dell'incidente potrebbe essere un sabotaggio, sotto forma di danno intenzionale alla serratura pirotecnica. Tuttavia, è apparsa un'altra versione. Gli esperti che indagano sull'incidente sono propensi a concludere che un guasto meccanico avrebbe potuto portare a un'emergenza con la Soyuz. Sarà possibile durante l'attracco dei blocchi laterali alla seconda fase del LV nel laboratorio di assemblaggio e collaudo presso il cosmodromo di Baikonur.

In poche parole, potrebbero verificarsi danni quando il blocco laterale è stato sollevato con una gru. Si scopre che i designer non sono da biasimare per quanto accaduto e nemmeno il produttore, dal momento che non c'è matrimonio. Ma il fattore umano è presente. Pertanto, rimane aperta la questione se ciò sia stato fatto intenzionalmente o sia il risultato di una primitiva trascuratezza. Ma nel rapporto della commissione tutto sarà descritto in dettaglio. In ogni caso, lo promettono. Non ci vorrà molto.

Va ricordato che l'incidente è avvenuto l'11 ottobre 2018. Dopo l'incidente, i detriti del veicolo di lancio sono stati consegnati al Samara Rocket and Space Center (RSC) "Progress". L'equipaggio del veicolo con equipaggio, che si stava dirigendo verso la ISS (il cosmonauta Alexei Ovchinin e l'astronauta Nick Haig) è riuscito a fuggire con l'aiuto di una capsula di emergenza. Hanno effettuato un atterraggio di emergenza vicino alla città di Zhezkazgan (Kazakistan).

Questo non accade da oltre 30 anni. Nel 1986, quando fu lanciato il veicolo di lancio Soyuz-U, accadde un'emergenza simile.
  • Foto usate: http://wiki.ru/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.