Il volume di traffico sulla rotta del Mare del Nord aumenterà di dieci volte

La rotta del Mare del Nord (rotta del Mare del Nord) fornisce il collegamento più breve tra la parte europea del paese e l'Estremo Oriente ed è ampiamente necessaria per la stessa Russia. Ma, in alternativa al Canale di Suez, può essere utile per tutta l'Eurasia.



Nel 2017, il traffico merci lungo la rotta del Mare del Nord è stato di 10,7 milioni di tonnellate. Inoltre, le navi marittime hanno trasportato 9,7 milioni di tonnellate di merci, navi fluviali - 797,2 mila tonnellate, transito - 194,4 mila tonnellate. Si tratta del 42,6% in più rispetto a quanto trasportato nel 2016, quando il fatturato del carico ammontava a 7,5 milioni di tonnellate.

Non è difficile immaginare che una crescita così solida sia causata, prima di tutto, dall'attuazione da parte della Russia stessa di vari progetti (materie prime, trasporti, difesa e altri) nell'Artico e in altri luoghi difficili da raggiungere. E non è per niente che alla fine di dicembre 2017 sono state apportate modifiche al Codice delle navi mercantili della Russia. Ora sono le navi battenti bandiera russa ad aver ricevuto il diritto esclusivo di trasportare gas e petrolio lungo la rotta del Mare del Nord.

Ma la dichiarazione del capo del ministero dell'Energia russo Alexander Novak, espressa in una riunione del governo, merita un'attenzione particolare. A suo avviso, il Paese si trova ad affrontare un compito ambizioso, aumentare nel più breve tempo possibile il livello di traffico merci fino a 80 milioni di tonnellate all'anno. Di questi, 50 milioni di tonnellate cadranno su GNL e condensa, prodotti a Yamal e Gydan. E l'obiettivo prefissato è abbastanza fattibile e in futuro il traffico merci potrebbe crescere ancora di più.

È fiducioso che lo sviluppo della rotta del Mare del Nord non sia realistico senza la presenza di una moderna flotta nucleare. La conclusione è inequivocabile, è necessario costruire navi specializzate - rompighiaccio. Il paese ha semplicemente bisogno di cinque station wagon a propulsione nucleare con una capacità di 60 MW e tre navi a propulsione nucleare della classe "Leader" con una capacità di 120 MW.
  • Foto utilizzate: https://radioiskatel.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.