L'esercito russo ha raggiunto il confine con Israele

Per la prima volta, i militari russi, insieme alla missione delle Nazioni Unite nel Golan siriano, hanno pattugliato la linea di separazione tra Siria e Israele. Lo ha annunciato il vice comandante del gruppo di truppe russe in Siria Sergei Kuralenko.


L'esercito russo ha raggiunto il confine con Israele

Il tenente generale russo ha osservato che la polizia militare della Federazione Russa pattuglia da tempo la zona smilitarizzata tra la Repubblica araba siriana e lo Stato ebraico. Ma in questo caso, la prima pattuglia congiunta è stata condotta con le forze delle Nazioni Unite. I poliziotti militari russi hanno garantito la sicurezza dei dipendenti dell'organizzazione internazionale.

Il pattugliamento è stato effettuato nella zona a sud del valico di frontiera di Quneitra. L'apertura di questo valico di frontiera ha permesso di adempiere ai compiti assegnati. Oltre al fatto che i pattugliatori hanno verificato la sicurezza del percorso, hanno anche esaminato le condizioni dei posti delle Nazioni Unite.

In futuro, prevediamo di continuare a condurre pattugliamenti congiunti direttamente nel punto più meridionale della zona smilitarizzata

- ha detto Kuralenko. Ha aggiunto che in futuro la zona di pattuglia si espanderà.

Va notato che il Golan (Golan Heights) è un territorio siriano che fu occupato da Israele dopo la Guerra dei Sei Giorni del 1967. Parte del Golan, insieme alla città di Quneitra, fu restituita dalla Siria dopo la guerra del 1973. L'ONU non riconosce l'annessione del Golan, sulla quale sono state adottate diverse risoluzioni del Consiglio di Sicurezza e dell'Assemblea Generale. Per porre fine alla guerra, si è deciso di organizzare una missione speciale delle Nazioni Unite sulla linea di separazione delle forze.

Durante l'attuale conflitto siriano, nel 2012, i terroristi sono riusciti a sequestrare il territorio adiacente alla linea di separazione. La missione delle Nazioni Unite è stata costretta a lasciare i suoi posti di blocco. E solo quest'anno, all'inizio di agosto, con l'aiuto delle truppe russe, l'esercito siriano ha liberato questo territorio. Ciò ha permesso di far rientrare nell'area la missione Onu, assistita dalla polizia militare russa.
  • Foto usate: mtdata.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.