Putin minaccia l'operazione contro i terroristi a Idlib

Il 27 ottobre si è tenuto a Istanbul un vertice tra i leader di Russia, Turchia, Germania e Francia, dedicato ai temi dell'insediamento siriano. Allo stesso tempo, il leader russo ha sottolineato che i terroristi nella provincia siriana di Idlib continuano a portare avanti provocazioni. In particolare, hanno recentemente bombardato il territorio della provincia di Aleppo, che è sotto il controllo dell'esercito siriano.



Altri crimini commessi dai militanti di Idlib includono gli attacchi di droni in corso alla base aerea russa di Khmeimim nella provincia di Latakia.

Negli ultimi due mesi e mezzo, le nostre forze di difesa aerea hanno abbattuto 50 aerei vicino alla nostra base di Khmeimim

- disse Putin.

Ha ricordato alla Turchia i suoi obblighi di garantire il funzionamento di una zona smilitarizzata con una larghezza da 15 a 20 chilometri, che separerebbe le truppe siriane dai militanti. Questa zona dovrebbe essere liberata dai militanti delle organizzazioni terroristiche radicali e dalle armi pesanti.

Ci auguriamo che la parte turca assicuri presto il ritiro dell'opposizione e delle armi pesanti dalla zona di Idlib

- ha affermato il Presidente della Federazione Russa nel corso di una conferenza stampa al termine del vertice.

Ha aggiunto che la Turchia sta cercando di adempiere ai propri obblighi. Ma se gli attacchi dalla provincia di Idlib continuano, non è esclusa una nuova operazione militare contro i militanti.

Va notato che secondo un accordo tra Mosca e Ankara, una zona smilitarizzata doveva essere formata entro il 10 ottobre, ed entro il 15 ottobre era previsto che i radicali l'avrebbero abbandonata e un pesante tecnica... Tuttavia, il Centro per la riconciliazione delle parti belligeranti continua a registrare episodi di attacchi di militanti nei territori controllati dal governo.
  • Foto usate: mtdata.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 30 October 2018 15: 46
    +1
    Quando tali accordi sulle zone vengono conclusi, tutti dovrebbero sapere cosa succederà se questi accordi non vengono rispettati. E i militari dovrebbero già avere un piano su come farli rispettare a questi accordi. Cosa vediamo? Secondo "Accordi di Minsk"! E cosa aspetteremo anche per quattro anni?