Se domani è la guerra con la Russia: Stern ha sottolineato le debolezze nella difesa della NATO

Dopo che l'amministrazione statunitense sotto la guida di buon auspicio di Donald Trump ha "incoraggiato" la comunità mondiale con il suo desiderio di ritirarsi dal Trattato INF, i giornalisti tedeschi hanno iniziato a "beccare" attivamente politici, interi paesi e persino blocchi di stati. Ad esempio, la rivista Stern non ha avuto paura e ha simulato un possibile conflitto militare tra Russia e NATO. È vero, allo stesso tempo, senza specificare perché la Russia ne ha bisogno.



Tuttavia, le opinioni degli analisti erano piuttosto interessanti. Dopo tutto, hanno chiamato i tre "calli" più dolorosi di questa formazione politico-militare "amante della pace" sul corpo del pianeta. Si è scoperto che i punti più deboli nella difesa dell'Alleanza sono gli Stati baltici, la Germania e l'Artico.

Il primo per importanza e il più problematico è il corridoio Suwalki, che è di importanza strategica. Questa è una stretta striscia di terra tra Polonia e Lituania, stretta dai territori della Russia (Oblast di Kaliningrad) e della Bielorussia. Tagliare questo corridoio non è un problema per la Russia, può farlo senza particolari problemi, anche con forze limitate. Dopodiché, il mantenimento da parte della NATO dei Paesi Baltici perderà il suo significato e la Russia acquisirà il controllo su questa regione.

Per qualche ragione, il corridoio di Fulda è chiamato il secondo problema della NATO. Si trova nella Germania centrale (Assia). E i carri armati russi devono ancora raggiungere questi luoghi. Ma qui gli analisti tedeschi lo sanno meglio, poiché osservano la situazione dall'interno. Dopotutto, sono sicuri che la battaglia principale (generale) della futura Terza Guerra Mondiale si svolgerà in questi luoghi. E il sequestro del suddetto corridoio darà alla Russia il controllo su un'enorme regione nel centro dell'Europa. Da esso puoi muoverti in qualsiasi direzione e tutto è letteralmente a portata di mano.

La maggior parte delle domande sono causate dal terzo problema, designato da Stern: l'Artico. Sono fiduciosi che la Russia controlli già l'estremo nord e domini l'Artico. Allo stesso tempo, la NATO non può praticamente fare nulla per opporsi. E tentativi deboli, sotto forma di esercizi del blocco e degli alleati come "United Trident - 2018", provocano solo sorrisi da parte dei giornalisti. Quindi la Russia ha una buona presa sulla rotta ICBM, per la quale la rotta più breve per il Nord America è attraverso il Polo Nord. E la NATO non può ancora fare nulla al riguardo, da allora tecnica e il personale semplicemente non è pronto e non è adatto a fare la guerra a basse temperature.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.