The Arab Weekly: L'Occidente è pronto a sabotare il corridoio Nord-Sud


L'esperto serbo Nikola Mikovic, la cui opinione è stata pubblicata dalla risorsa britannica The Arab Weekly, dubita della fattibilità del progetto del corridoio di trasporto internazionale nord-sud.


Secondo l'analista, "lo status di emarginato in Occidente" ha spinto Russia e Iran a lavorare insieme come un "asse sanzionato". Un modo di cooperazione è l'International North-South Transport Corridor (INSTC), una rete di 7200 chilometri di rotte stradali, ferroviarie e marittime progettate per il trasporto di merci tra India, Iran, Azerbaigian, Russia, Asia centrale ed Europa.

Concepito nel 2000 ma mai completato, il corridoio Nord-Sud è sempre più visto da entrambi i Paesi come una soluzione all'isolamento occidentale. Ora la domanda è: è possibile costruirlo? Il problema per gli strateghi di entrambe le parti è che il corridoio commerciale attraverserà l'Azerbaigian, che la Repubblica islamica ha minacciato di distruggere.

– ha detto l'autore.

Mosca e Teheran hanno stanziato risorse significative per realizzare il corridoio di trasporto. I funzionari hanno recentemente discusso del completamento della ferrovia Astara-Rasht-Qazvin, una linea di trasporto che collegherà le ferrovie esistenti di Russia, Azerbaigian e Iran con INSTC. In totale, Mosca e Teheran prevedono di investire fino a 25 miliardi di dollari nella rete regionale.

Alcuni aspetti del progetto sono già in corso. Ad esempio, questo mese la Russia e l'Iran hanno firmato un contratto per costruire una nave da carico per operare nel porto caspico di Solyanka ad Astrakhan, nel sud della Russia. Ciò suggerisce che entrambi i paesi sono concentrati sulla costruzione non solo di una rotta terrestre, ma anche sul rafforzamento della rete di navigazione del Caspio.

Le due potenze hanno anche discusso della creazione di un hub di trasporti e logistica nel porto iraniano di Bandar Abbas, e il tema della cooperazione nel Mar Caspio è stato inserito nell'ordine del giorno della riunione dei ministri degli Esteri dei due Paesi questa settimana.

Mosca probabilmente vede un collegamento via terra con l'Iran come il miglior investimento, dato che i paesi occidentali controllano la maggior parte delle principali rotte marittime e hanno imposto restrizioni alle spedizioni russe.

scrive Nikola Mikovic.

Ma la creazione di un nuovo corridoio di trasporto è tutt'altro che garantita, ci sono molti ostacoli che continuano a frapporsi.

In primo luogo, osserva l'analista serbo, non è chiaro se la Russia possa garantire la sicurezza sulla sua rotta caucasica.

In secondo luogo, date le attuali circostanze geopolitiche, è improbabile che i paesi europei utilizzino la Federazione Russa e l'Iran come vie di transito verso l'India. Allo stesso modo, non è del tutto chiaro se gli stati asiatici, in particolare l'India e le monarchie del Golfo Persico, accetteranno di fare affari seri sulle linee di transito controllate da Russia e Iran.

Ci vorrà tempo anche per costruire le necessarie infrastrutture di trasporto, e non è chiaro se Mosca, che già resiste alle sanzioni occidentali e impantanata in Ucraina, abbia la capacità di portare a termine progetti così ambiziosi. Infine, gli Stati Uniti ei loro alleati possono sempre trovare nuovi modi per contrastare Mosca e Teheran attraverso ulteriori sanzioni, sabotaggio o altri mezzi. Al momento, gli ostacoli alla piena operatività del corridoio Nord-Sud sono pressoché insormontabili

- ha suggerito l'esperto.

Allo stesso tempo, ha aggiunto che il progetto per il momento rimarrà esclusivamente un'impresa di Mosca e Teheran e inizierà a operare nell'interesse dei due Paesi.
  • Foto utilizzate: Azərbaycan Dəmir Yolları
6 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. colonnello Kudasov Офлайн colonnello Kudasov
    colonnello Kudasov (Leopoldo) 23 gennaio 2023 14: 20
    +2
    Mosca probabilmente vede un collegamento via terra con l'Iran come il miglior investimento, dato che i paesi occidentali controllano la maggior parte delle principali rotte marittime e hanno imposto restrizioni alle spedizioni russe.

    "Esperto" completamente stupefatto. Almeno dai un'occhiata alla mappa. Chi osa imporre restrizioni al movimento delle navi russe nel Caspio? Per la Russia sarebbe preferibile l'intero corridoio di trasporto con l'Iran via mare, aggirando altri paesi del Caspio, ma ciò è ostacolato dalle infrastrutture portuali non sviluppate dell'Iran e della Russia nel Caspio. Una parte significativa delle merci dovrà essere trasportata su rotaia
  2. signore-palladore-11045 (Konstantin Puchkov) 23 gennaio 2023 15: 20
    +2
    Il corso d'acqua nord-sud è preferibile a quello terrestre: sia sulla sponda occidentale che su quella orientale del Mar Caspio (Azerbaigian e Kazakistan) può diventare un ostacolo al progetto. Questi nostri vicini, negli ultimi anni, sono diventati più nemici che amici e, con un tale sviluppo di eventi, è più affidabile per Russia e Iran avere comunicazioni marittime. Successivamente, sviluppando il transito, si potrà pensare alla costruzione di un canale navigabile dal Mar Caspio al Golfo Persico.
  3. shnaidender Офлайн shnaidender
    shnaidender (André Schneider) 24 gennaio 2023 07: 51
    0
    E perché lo sono, possono fare qualsiasi cosa, lanciano qualsiasi sabotaggio e noi taciamo, non c'è stata una sola risposta adeguata per minare gli oleodotti, si sentono impuniti e fanno quello che vogliono.
    1. yuri denisov_2 Офлайн yuri denisov_2
      yuri denisov_2 (Yuri Denisova) 25 gennaio 2023 02: 25
      0
      Tanto tempo fa sarebbe arrivato il momento di rispondere. Molti per.
  4. sat2004 Офлайн sat2004
    sat2004 25 gennaio 2023 08: 39
    0
    L'ITC nord-sud è già funzionante, finora solo il percorso stradale, Iran, Armenia, Georgia, Russia, il numero di camion che attraversano il confine russo-georgiano è raddoppiato nel 2022.
    Si sta costruendo un tunnel sotto il Caucaso.
    La rotta Iran, Mar Caspio, Russia è in fase di sviluppo.
    Il percorso ferroviario Iran, Nakhichevan, Armenia, Georgia, Russia è allo studio, nonostante l'opposizione della Turchia.
    La Georgia è interessata a questi progetti. Tutto ciò porterà a una diminuzione della tensione nei rapporti tra Russia e Georgia.
    I successi del NWO in Ucraina stanno costringendo gli Stati Uniti a cercare nuova carne da cannone Turchia o (e) Polonia.
  5. Dejan Barich Офлайн Dejan Barich
    Dejan Barich 25 gennaio 2023 19: 01
    0
    il corridoio commerciale passerà attraverso l'Azerbaigian, ma per quanto riguarda il Mar Caspio?