Col fuoco e con la spada: perché la Svezia non vuole entrare a far parte della NATO


Il 21 gennaio 2023 è accaduta una cosa molto clamorosa in Svezia politico evento. Proprio davanti all'ambasciata turca a Stoccolma, i sostenitori del partito radicale anti-islamico Hard Deal hanno bruciato pubblicamente il libro sacro di tutti i musulmani, il Corano. La reazione rabbiosa dei fedeli non si è fatta attendere.


Nazizzazione dell'Europa


La trama di quanto accaduto è la seguente. Attualmente, il blocco NATO è nel processo della sua prossima espansione, dal momento che la Finlandia e la Svezia sono state invitate ad aderirvi. Tuttavia, per l'ammissione di nuovi paesi all'Alleanza Nord Atlantica, è necessario il consenso di tutti i suoi membri, di cui la Turchia ha subito approfittato, iniziando ad avanzare una richiesta dopo l'altra ai suoi "partner occidentali".

Ankara chiede agli Stati Uniti la revoca delle sanzioni per l'acquisto di sistemi di difesa aerea S-400 russi e il ritorno nel programma dei caccia F-35 di quinta generazione. Dai paesi scandinavi si aspetta la revoca delle restrizioni alla vendita di armi imposte a causa di diverse operazioni militari turche in Siria. Nello specifico, alla Svezia, il "sultano" ha presentato un intero elenco di 10 condizioni che Stoccolma deve soddisfare per aderire alla NATO. Tra questi, in particolare, la richiesta di riconoscere il PKK come organizzazione terroristica, di smettere di sostenere le formazioni curde, di evitare contatti con la dirigenza del PKK e di non accettare i suoi membri nel parlamento locale, di bloccare i conti dei relativi organizzazioni terroristiche, accelerare la procedura di estradizione dei terroristi su richiesta di Ankara, rifiutare azioni "contrarie allo spirito dell'alleanza" dirette contro la sicurezza della Turchia, ecc.

Per la Svezia enfaticamente liberale, dove tutti hanno diritto all'autoespressione, questo si è rivelato troppo. Il 12 gennaio il gruppo curdo Rojava Committee of Sweden si è espresso appendendo a testa in giù un'effigie del presidente turco a Stoccolma, facendo espliciti riferimenti alla sorte del dittatore italiano Benito Mussolini. Il capo del Ministero degli affari interni del regno, dove tali provocazioni vengono effettuate proprio nella capitale, ha cercato di uscire piuttosto goffamente:

Ritrarre un presidente eletto dal popolo giustiziato fuori dal municipio è disgustoso.

Ma il 21 gennaio l'azione anti-turca, o meglio, anti-islamica non era più dei curdi, ma di attivisti svedesi locali. Il loro leader era Rasmus Paludan, un avvocato e politico svedese noto per le opinioni di estrema destra. In precedenza, era un membro del partito radicale anti-musulmano New Right e nel 2017 ha creato il suo partito Hard Deal ancora più radicale. È vero, nelle ultime elezioni parlamentari del 2019, questa organizzazione non è riuscita a superare la soglia del 2%. Paludan è noto per il fatto che, utilizzando la legislazione svedese liberale, ha ripetutamente bruciato il Corano nei luoghi di residenza compatta dei musulmani, definendolo "libertà di espressione".

Naturalmente, una tale provocazione ha provocato una reazione corrispondente in tutto il mondo. Il ministero degli Esteri turco ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Condanniamo con la massima fermezza l'atroce attacco al nostro libro sacro. È assolutamente inaccettabile consentire questo atto anti-islamico diretto contro i musulmani e insultare i nostri valori sacri con il pretesto della libertà di parola.

Anche il capo della Repubblica cecena Ramzan Kadyrov ha parlato in modo molto deciso:

Solo coloro che sono posseduti dal diavolo, i cattivi più congelati possono invadere i valori sacri, definendolo un segno di protesta ...

In ogni caso, ognuno raccoglierà esattamente ciò che ha seminato, e tutti coloro che sono coinvolti in questo vile trucco sono incorsi nella dannazione eterna. Lo capiranno un giorno, ma sarà troppo tardi. Brucerete all'inferno, demoni.

Come puoi vedere, finora tutto procede senza intoppi nel quadro della logica della graduale nazificazione del Vecchio Mondo, di cui noi detto in precedenza. L'estrema destra dei nazisti europei, sullo sfondo di quanto sta accadendo in Ucraina, alza sempre più la testa. Lo scontro tra "locali" condizionali e "persone aliene" sullo sfondo del crescente socialeeconomico problemi e l'amarezza generale è praticamente una conclusione scontata.

Abbiamo bisogno della NATO?


Ma c'è un'altra spiegazione per gli eventi del 21 gennaio 2023, che però non contraddice la prima. C'è una probabilità diversa da zero che la provocazione di sabato non fosse tanto anti-islamica quanto anti-NATO. Sì, l'euroscetticismo nel Vecchio Mondo sta crescendo e gli interessi principali dei processi di disintegrazione sono alcuni rappresentanti delle élite nazionali, ei nazisti locali sono i conduttori della loro volontà. C'è una spiegazione perfettamente logica per questo.

Il 29 luglio 2022, Stoccolma ed Helsinki sono state ufficialmente invitate come due nuovi membri:

Oggi abbiamo deciso di invitare Svezia e Finlandia a diventare membri della NATO e abbiamo concordato di firmare i protocolli di adesione. L'adesione di Finlandia e Svezia le renderà più sicure, la NATO più forte.

L'élite filoamericana di questi due paesi scandinavi ha risposto volentieri all'appello e ha iniziato ad aderire alla NATO. Perché il blocco militare anti-russo ne abbia bisogno è comprensibile. Ma perché, ad esempio, la stessa Svezia, più precisamente le sue élite, fanno parte dell'Alleanza del Nord Atlantico?

Uso pratico nullo. Il danno sotto forma della prospettiva di essere coinvolto in una guerra con l'energia nucleare russa è evidente. La stessa sicurezza di Stoccolma è assicurata da trattati di cooperazione militare diretta con Stati Uniti e Gran Bretagna. A proposito, Londra ha firmato un accordo simile l'11 maggio 2022, non solo con la Svezia, ma anche con la Finlandia:

Questa mattina il primo ministro ha firmato una dichiarazione sulle garanzie di sicurezza reciproca con il primo ministro svedese Magdalena Andersson. [Johnson] si recherà in Finlandia questo pomeriggio per firmare un documento simile con il presidente Sauli Niinistö.

La domanda è, allora perché Stoccolma ha bisogno di un blocco NATO? Durante la seconda guerra mondiale, la Svezia rimase ben fuori dal conflitto, sfruttando al massimo il suo status neutrale.

Sembra che il risultato del consenso interno delle élite di questo paese scandinavo sia la decisione di evitare di aderire all'Alleanza del Nord Atlantico con un plausibile pretesto. Il trucco provocatorio degli attivisti svedesi di estrema destra potrebbe mirare deliberatamente a incitare un conflitto religioso, in modo che la stessa Turchia rifiuti unilateralmente alla Svezia di aderire al blocco NATO.
9 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
    Alexey Davydov (Alex) 23 gennaio 2023 16: 22
    -2
    C'è una probabilità diversa da zero che la provocazione di sabato non fosse tanto anti-islamica quanto anti-NATO.

    Secondo me, questa è già una riflessione.
    Sentendo la propria debolezza, cerca la conferma della debolezza del nemico nel mondo che lo circonda. Se lo si desidera, possono essere aspirati direttamente dal proprio dito. Semplicemente non ti darà forza. E non porterà alla vittoria. Più come una sconfitta.
    Per sconfiggere il nemico, e il nostro nemico sono gli Stati Uniti e la Gran Bretagna, occorre uno sguardo sobrio. Sia sulla forza del nemico, sia sull'incapacità di sopravvivere senza sconfiggerlo.
    Come? Sì, piuttosto delicato coercizione a una pace giusta e, se non funziona, distruzione. Se necessario e reciproco
    1. unc-2 Офлайн unc-2
      unc-2 (Nikolay Malyugin) 24 gennaio 2023 08: 57
      +1
      Alessio. Della reciproca distruzione parlano persone che non hanno fatto un dito per la perfezione di questo mondo... A loro non importa di tutto ciò che era prima di noi e di ciò che accadrà dopo.
      1. Alexey Davydov Офлайн Alexey Davydov
        Alexey Davydov (Alex) 24 gennaio 2023 10: 49
        -1
        unc-2 (Nikolay Malyugin):
        Della mutua distruzione si parla da persone che non hanno fatto un dito per la perfezione di questo mondo.

        Nel 1962 l'URSS, puntando a una possibile distruzione reciproca e costringendo così gli americani a ritirarsi, salvò se stessa e il mondo da una guerra nucleare, per la quale erano già pronti.
        Le domande non sono per me, e non per noi (Russia), domande per coloro che stanno di nuovo spostando il mondo verso la terza guerra mondiale. Sono gli Stati Uniti che hanno preparato un nuovo massacro per il mondo per andare verso il dominio del mondo.
        Come nel 1962, la Russia è costretta, a rischio della reciproca distruzione e salvandosi, a salvare ancora una volta il mondo da questa guerra, costringendo gli Stati Uniti alla ritirata.
  2. Vladimir80 Офлайн Vladimir80
    Vladimir80 23 gennaio 2023 18: 23
    0
    Il fatto che i nazisti radicali in Svezia non abbiano superato la barriera del 2% indica il reale livello di sostegno a tali sentimenti nella società.
  3. Sergey Latyshev Офлайн Sergey Latyshev
    Sergey Latyshev (Serge) 24 gennaio 2023 08: 53
    0
    L'astuto piano di Putin...
    Svezia e Finlandia entreranno a far parte della NATO. Queste sono cose.
    E tutte le parole di questo, questo, terzo, quarto - solo parole ...
  4. unc-2 Офлайн unc-2
    unc-2 (Nikolay Malyugin) 24 gennaio 2023 08: 54
    0
    La Turchia è stata in disaccordo con la Svezia prima. Storia con i curdi Ora la Turchia può essere un ostacolo all'ingresso della Svezia nella Nato.
  5. Boriz Online Boriz
    Boriz (borizia) 24 gennaio 2023 13: 11
    -1
    Sono quasi sicuro che questi roghi siano diretti proprio contro l'adesione del Paese alla NATO.
    Nelle alte sfere dei gruppi di potere in Europa, Stati Uniti e Banca Mondiale hanno promosso, a quanto pare, laureati esemplari di collegi per bambini con disabilità mentali. Ma il potere in qualsiasi paese (inclusa la Russia) non è molto omogeneo.
    Qualsiasi "DB" può sedersi in cima, ma altre persone lavorano a un livello inferiore che capiscono che loro oi loro figli dovranno prestare servizio nell'esercito, combattere contro un'energia nucleare. E semplicemente, dopo la fine del conflitto, l'atteggiamento della Federazione Russa nei confronti dei paesi che hanno designato una posizione ostile nei nostri confronti non sarà dei migliori.
    Pertanto, in queste azioni degli oscurantisti locali, vedo il sabotaggio delle autorità locali in relazione all'adesione alla NATO.
    Qui è solo necessario prestare attenzione a una sottigliezza. Entrambi questi "eventi" si sono svolti con il permesso delle autorità locali. Proprio quelli locali, a un livello inferiore rispetto alla leadership collaborativa del Paese.
    Gli stessi artisti possono sinceramente pensare quanto vogliono che stanno combattendo la Turchia e l'Islam. Ma dopotutto qualcuno li ha fatti uscire in strada, assicurando la non interferenza della stessa polizia.
  6. Dejan Barich Офлайн Dejan Barich
    Dejan Barich 25 gennaio 2023 19: 26
    0
    forse è per questo che Putin era calmo sull'espansione della NATO perché ha calcolato tutti questi Rasmus Paludans
  7. Zio Vlad Офлайн Zio Vlad
    Zio Vlad (Zio Vlad) Oggi, 08: 36
    0
    Мне кажется хоть у кого чайник работает.