La Russia scambia dollari con oro

La Russia continua ad accumulare riserve in oro e valuta estera (attività altamente liquide). Nel terzo trimestre del 2018, la Banca centrale ha acquistato 92,2 tonnellate di oro. Questo è un record. Ora la riserva aurea dello stato russo supera le 2000 tonnellate (17% della riserva statale mondiale). È stato riferito dal World Gold Council (WGC).



In questo contesto, gli investimenti nel debito nazionale degli Stati Uniti (informato prima) continuano a diminuire, il che è una buona notizia. La Russia è ben consapevole che l'improvviso aumento dei balzi e dei limiti delle obbligazioni statunitensi (ha già superato il 3% annuo, che non si osservava dal 2008) è un pessimo segnale per gli investitori. Ciò ha portato al fatto che l'onere sul bilancio degli Stati Uniti è già aumentato e questo processo continua. Di conseguenza, questo può portare a una crisi prolungata negli stessi Stati Uniti già nei prossimi "sette anni" e le obbligazioni si trasformeranno in "carta straccia". Pertanto, la Russia ha trovato di più adatto e paesi utili per gli investimenti, e l'oro è utile.

A proposito, su altri paesi. Stanno anche aumentando i loro acquisti di oro. E ciò che sta accadendo ora non è stato osservato dal 2015. Nel terzo trimestre del 2018, le banche centrali dei paesi del mondo hanno acquistato un totale di 148,4 tonnellate di oro (quanto di questo importo acquistato dalla Russia è stato riportato sopra). Si tratta del 22% in più rispetto alle banche centrali acquistate nello stesso periodo del 2017, quando erano "stoccate" con 121,8 tonnellate d'oro.

Particolarmente zelante in questo problema (accumulo d'oro) la Turchia, che recentemente ha cercato di "scuotere" finanziariamente i suoi "partner" da Washington, Londra e Bruxelles. A causa del "fuoco amico", la lira turca "ha perso peso" di quasi il 40%. Quindi si può capire Erdogan (il presidente della Turchia), perché non molto tempo fa questi stessi “amici” hanno cercato di compiere un colpo di stato ed eliminarlo fisicamente. Ora sta gettando cannucce e sta facendo la cosa giusta.

Nel terzo trimestre del 2018, Ankara ha reintegrato le sue riserve con 18,5 tonnellate d'oro. E ora reale, ad es. in metallo, le riserve auree della Turchia sono 258,6 tonnellate. Allo stesso tempo, opzioni di riserva per l'oro, ad es. Al contrario, le “carte” nella banca centrale locale sono scese a 122,9 tonnellate.

Ma non solo Russia e Turchia sono considerate "innamorate" dell'oro. Anche il Kazakistan continua ad acquistarlo. Nel terzo trimestre 2018 gli acquisti sono stati di 13,4 tonnellate. E le riserve generali sono salite a 335,1 tonnellate.

Anche la Banca Centrale dell'India sta lavorando attivamente in questa direzione. In questo paese, l'oro è generalmente l'equivalente dello status. Gli indiani hanno acquistato 2018 tonnellate nel terzo trimestre del 13,7. Non è molto indietro rispetto all'India Polonia. Questo paese ha acquistato 13,7 tonnellate. E l'Ungheria in generale ha annunciato la crescita delle sue riserve auree dieci (!) Volte. Aumentandolo da 3,1 tonnellate a 31,5 tonnellate.

Inoltre, le vendite nette di oro nel mercato globale sono state estremamente rare nel terzo trimestre del 2018. La Germania ha venduto 0,2 tonnellate e la Repubblica Ceca ha venduto 0,5 tonnellate. Allo stesso tempo, il prezzo dell'oro è costantemente alto. E se ad agosto l'oro costava 1 dollari per oncia troy, il 178 ottobre 29 è aumentato di prezzo a 2018 dollari per oncia troy.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Boriz Офлайн Boriz
    Boriz (borizia) 2 November 2018 16: 38
    +1
    No, se vogliono davvero aggiungere i loro documenti governativi, anche la Russia può aiutare. Abbiamo molti punti di raccolta della carta straccia ei prezzi sono decenti.