La Russia non sarà in grado di respingere un attacco nucleare statunitense se si ritira dal Trattato INF

Secondo l'esperto Alexei Arbatov, se gli Stati Uniti si ritirassero davvero dal Trattato sull'eliminazione dei missili a corto raggio e intermedio, la Russia ci perderebbe molto. Ha espresso questo punto di vista in un'intervista al settimanale russo Zvezda.




Un membro a pieno titolo dell'Accademia delle scienze russa, capo del Centro per la sicurezza internazionale, ritiene che in questo caso Mosca dovrà affrontare costi enormi per proteggersi dalle armi di un potenziale avversario, primo fra tutti Pershing.

Arbatov non è d'accordo con la posizione di quegli esperti che ritengono che anche il ritiro degli Stati Uniti dal Trattato INF giocherà nelle mani della Russia e che il trattato stesso, durante la sua conclusione, sia stato nelle mani degli Stati Uniti. Ha notato che gli Stati Uniti, secondo questo documento, hanno distrutto missili che potrebbero raggiungere l'Unione Sovietica. Allo stesso tempo, l'URSS ha eliminato quei missili che praticamente non potevano raggiungere gli Stati Uniti. Con la conclusione del trattato, l'Unione Sovietica ha scongiurato se stessa una vera minaccia.

Ora, se il Trattato INF verrà terminato, i missili statunitensi saranno mille chilometri più vicini alle regioni centrali della Russia. E in caso di guerra, i missili russi potranno raggiungere il nemico solo da Chukotka. Inoltre, "copriranno" solo l'Alaska, senza toccare le parti continentali degli Stati Uniti. Naturalmente, questo sarà un fastidio per Washington, ma non troppo grande.

Nel caso in cui missili americani a medio raggio compaiano in Polonia, Romania e Stati baltici, questo, secondo l'esperto, ridurrà in mille pezzi l'intero sistema russo di rappresaglia.

Arbatov ha affermato che il Topol russo non sarà sufficientemente efficace in un simile confronto:

"Pioppo" lo abbiamo, come si suol dire, sfuso. Non sorprenderemo nessuno con "Topols". Il nuovo missile pesante "Sarmat" è, ovviamente, spiacevole per gli americani, ma a differenza dello stesso "Pershing" che può apparire negli Stati baltici, non cambia qualitativamente nulla


L'interlocutore di Zvezda ha concluso che la Russia dovrebbe trovare enormi risorse per la difesa. Tuttavia, ha sottolineato, questo "si può fare", ma è ancora meglio cercare di concordare la conservazione del Trattato INF per evitare la corsa agli armamenti ei suoi costi.

Da quando l'intervista con lui è stata pubblicata prima che se ne rendesse conto negoziati a tutti gli effetti tra Vladimir Putin e Donald Trump non lo saranno, Arbatov ha espresso la speranza che politici potrà concordare in una riunione a Parigi. Allo stesso tempo, ha osservato che Trump potrebbe ancora "girare in una direzione o nell'altra".
  • Foto usate: primeportal.net
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
11 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. zenion Офлайн zenion
    zenion (zinovy) 6 November 2018 16: 28
    +4
    Basterà chiamare il vulcano americano per svegliarsi. E c'erano molti di questi accademici anche prima della Grande Guerra Patriottica. Si lamentavano per tutto il tempo: la guerra sarebbe stata più veloce e si sarebbe arresa al prigioniero. Ma Stalin non lo ha permesso.
  2. Yuri Mikhailovsky Офлайн Yuri Mikhailovsky
    Yuri Mikhailovsky (Yuri Mikhailovsky) 6 November 2018 17: 45
    +1
    Bene, ho trovato un esperto
  3. Shelest2000 Офлайн Shelest2000
    Shelest2000 6 November 2018 18: 54
    +3
    L'abile governo della Russia, in caso di tentativo di schierare amerovskoe INF, non importa con quale testata, dichiarerebbe che il tentativo di schierare questi missili è considerato dalla Russia come Casus belli, come una dichiarazione di guerra senza alcuna restrizione, e che nel caso di dispiegamento di questi missili in Romania, gli stati baltici, La Polonia riceverà un attacco nucleare preventivo contro questi luoghi.
    Allora questi bastardi europei rabbrividiranno, impallidiranno, si copriranno di sudore freddo e maleodorante e inizieranno a chiedersi - forse stanno ancora nafig questi missili, vivi hott.
    Ma questo è Smart Government, non Greedy, come lo è ora.
  4. oracul Офлайн oracul
    oracul (leonide) 7 November 2018 07: 43
    +2
    Meglio o peggio, questa è la domanda? Il tempo passò abbastanza a lungo da rendersi conto che i mezzi di guerra non rimasero gli stessi, ma cambiarono radicalmente. E, soprattutto, consentono, oltre all'Europa, di infliggere agli Stati Uniti e al suo territorio un danno diretto, per loro inaccettabile con il loro stile di vita. Il pensiero si insinua in quell'esperto Arbatov che è inutilmente preoccupato per il problema dei costi da parte nostra. Certo, cresceranno, ma se nella mente, non è affatto rispecchiato. E vorrei richiamare la vostra attenzione sul parere dell'esperto Kedmi, che porta avanti costantemente l'idea che gli Stati Uniti dovrebbero rendersi conto che, a differenza del passato, non l'Europa, ma loro stessi saranno l'obiettivo numero uno. E poi sono abituati a stare seduti attraverso gli oceani.
  5. Sova Офлайн Sova
    Sova 8 November 2018 09: 47
    0
    La Russia non ha mai avuto abbastanza armi nucleari paragonabili a quelle degli Stati Uniti e dei loro alleati.
    Ma! La Russia ha promesso una risposta garantita. Non importa cosa ...
    1. sverdicono Офлайн sverdicono
      sverdicono 8 November 2018 21: 33
      +1
      Anche un allarmista, come questo gobbo?
    2. gorbunov.vladisl Офлайн gorbunov.vladisl
      gorbunov.vladisl (Vlad Dudnik) 14 November 2018 17: 07
      +1
      La Russia non ha mai avuto abbastanza armi nucleari paragonabili a quelle degli Stati Uniti e dei loro alleati.

      Che cosa? pianto
      E prima di sfocare queste sciocchezze, era debole usare Internet? Dopotutto, ora qualsiasi informazione è a portata di mano.
      Quindi ...
      Gli Stati Uniti hanno raggiunto il massimo per le testate nucleari nel 1967: 31225 testate. E non hanno mai avuto più di questo importo.
      L'URSS ha raggiunto il suo massimo nel 1975: 46 testate. A quel tempo, era più di tutti gli altri paesi nucleari messi insieme. Compresi gli USA, ovviamente. hi
  6. sverdicono Офлайн sverdicono
    sverdicono 8 November 2018 21: 32
    0
    E chi è questo Oleksey Gorbatov? Non ho sentito parlare di un simile esperto. Un altro .....
    Chi crede che sia necessario prostrarsi davanti agli Stati Uniti, pentirsi davanti all'Ucraina? Dare tutto ai Paesi Baltici?
  7. Alexander-Petrovich Zorin 10 dicembre 2018 01: 08
    +2
    Forse la Russia dovrebbe fare quello che fa Israele rispetto alle basi iraniane in Siria e Libano? Perché abbiamo sviluppato il "Dagger"? È così che nelle ex repubbliche sovietiche degli Stati baltici, in Polonia e Romania, c'erano basi americane che minacciavano la Russia? Distruggi tutto ciò che minaccia il nostro stato ora. Non aspettare che inizino a farlo per primi e a causa del limite di tempo non saremo in grado di riflettere l'attacco o rispondere. Se distruggiamo le loro basi più vicine, che gli Stati Uniti inizieranno una guerra con noi? E che differenza inizieranno adesso o dopodomani? Che aspetteremo quando prepareranno e sferreranno uno sciopero preventivo, e noi, come nel 1941, non saremo ancora pronti!
    Non credo che l'Europa vorrà trasformarsi in ceneri nucleari, e ancor di più gli Stati Uniti.
    1. Osiride Офлайн Osiride
      Osiride (Osiride) 18 dicembre 2018 15: 23
      +1
      ma che guerra ..... nostra e così tutto passerà. Non militari, quindi politici.
  8. Alexander-Petrovich Zorin 10 dicembre 2018 01: 23
    +1
    ... se gli Stati Uniti si ritireranno davvero dal Trattato sull'eliminazione dei missili a corto raggio e intermedio, la Russia perderà molto da questo ...

    E chi o cosa impedirà loro di ritirarsi da questo Trattato? Forse il Trattato ABM non gioca alcun ruolo per la Russia e non ha perso nulla? Nessun proiettile ti salverà da una pistola puntata alla tempia, e ancor di più da uno sciocco. Gli Stati Uniti starnutiscono ai Trattati e installano un sistema ABM e uno stock di missili da crociera con testate nucleari, che tra 7 minuti saranno nella zona della Cattedrale di San Basilio.
    Non voglio che gli americani muoiano, voglio che vadano in paradiso.