La Polonia lascerà l'Unione europea?

Forse, dopo la Brexit, arriverà anche Polexit, l'uscita della Polonia dalla "nobile" famiglia europea. Il presidente del Consiglio europeo, l'ex primo ministro polacco Donald Tusk, ha messo in guardia sul pericolo di un simile sviluppo di eventi.



Allo stesso tempo, ha criticato l'attuale leadership del paese, che, a suo avviso, è l'iniziatore dei processi che potrebbero portare a Polexit, e ha fatto riferimento all'esperienza della Gran Bretagna e del suo ex primo ministro David Cameron. Tusk ha osservato che questo politico non voleva che il suo paese lasciasse l'UE, ma le sue attività hanno portato alla Brexit

Ho esperienza di lavoro con l'ex primo ministro britannico David Cameron. Abbiamo lavorato quotidianamente per evitare la Brexit. Era una sua idea il referendum, ed è stato lui a fare di tutto per mantenere la Gran Bretagna nell'Unione Europea. Ma è stato lui a tirarla fuori

- ha sottolineato il capo del Consiglio europeo, aggiungendo che le attività dell'attuale partito al potere della Polonia "Legge e giustizia" e del suo leader Jaroslaw Kaczynski potrebbero portare a un risultato simile.

Il rischio che la Polonia lasci l'UE è emerso a seguito di disaccordi tra questa organizzazione e Varsavia sulla riforma giudiziaria. La Commissione europea ritiene che le autorità polacche stiano violando il principio di indipendenza della magistratura, su cui il paese ha ricevuto un avvertimento nel luglio di quest'anno. Per questo, la Polonia potrebbe essere temporaneamente privata del diritto di voto nell'UE.

Varsavia ha respinto le affermazioni della Commissione europea e le sue raccomandazioni. Il ministero degli Esteri polacco ha dichiarato che sono infondate. A settembre, la Commissione europea ha intentato una causa al tribunale dell'UE, che il 19 ottobre ha deciso di obbligare Varsavia a sospendere la riforma giudiziaria.

La minaccia è molto seria, mortalmente seria, Polexit è possibile

- dice Donald Tusk. A suo parere, l'Unione europea non terrà la Polonia a nessun costo. L'unica cosa che spera è che "l'Europa sarà più intelligente" dell'attuale governo polacco.

Va notato che quando, prima delle elezioni amministrative, il ministro della Giustizia polacco ha presentato ricorso alla Corte costituzionale sulla questione della compatibilità delle norme dell'UE con la Costituzione del paese, ciò ha causato una valutazione negativa da parte dei cittadini europeisti. Ciò ha influito negativamente sui risultati del partito al governo alle elezioni. È in corso una seria lotta contro gli euroscettici al potere, nel corso della quale gli abitanti polacchi sono spaventati dalle restrizioni dell'Europa.
  • Foto utilizzate: www.depositphotos.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
    Pishenkov (Alex) 7 November 2018 11: 37
    +1
    Ho esperienza di lavoro con l'ex primo ministro britannico David Cameron. Abbiamo lavorato quotidianamente per evitare la Brexit. Era una sua idea il referendum, ed è stato lui a fare di tutto per mantenere la Gran Bretagna nell'Unione Europea. Ma è stato lui a tirarla fuori

    - ha sottolineato il capo del Consiglio europeo, aggiungendo che le attività dell'attuale partito al potere della Polonia "Legge e giustizia" e del suo leader Jaroslaw Kaczynski potrebbero portare a un risultato simile.

    Questo si chiama "quello per cui abbiamo combattuto, ci siamo imbattuti". È molto interessante come le attuali "élite" europee siano state recentemente in grado di ottenere risultati regolari e stabili che sono direttamente opposti a quelli per cui si sarebbero sforzati. Più o meno lo stesso con il sostegno a livello delle autorità europee per l'immigrazione e la famigerata tolleranza, che portano localmente, in determinati stati e, a mio avviso, in tutti nel Vecchio Continente, all'attivazione e al successo di forze esclusivamente di destra e nazionaliste. E per il pieno e attivo sostegno (ea scapito di se stesso) di tutte le iniziative politiche americane, gli Stati Uniti hanno risposto all'Europa con un assoluto disprezzo per la sua opinione e i suoi interessi. Forse è ora che gli europei ci pensino davvero e, come dice Zhvanetsky, "correggano qualcosa nel conservatorio ..."?