L'UE ha moderato l'appetito di gas in Ucraina

L'arbitrato di Stoccolma ha posto fine alla disputa tra la russa Gazprom e l'ucraina Naftogaz. La storia del contenzioso è iniziata nel 2014, quando una società del gas russa ha presentato domanda all'istituto di arbitrato della Camera di Commercio di Stoccolma con l'obiettivo di recuperare da Naftogaz Ukrainy il debito per il gas naturale e gli interessi sul debito derivante.




La società ucraina ha immediatamente presentato una domanda riconvenzionale per una variazione retroattiva del prezzo del gas russo, il rimborso dei pagamenti in eccesso e l'annullamento della clausola contrattuale che vieta la vendita del gas ricevuto al di fuori di Independent. Le parti hanno continuato ad aumentare reciprocamente le loro richieste e l'appetito di Naftogaz ha raggiunto i 16 miliardi di dollari per la carenza di volumi di gas russo stipulati dall'accordo. La compagnia ucraina del gas ha chiesto la possibilità di riemettere l'accordo di transito a un altro operatore e di aumentare le tariffe di transito.

A Stoccolma è stata presa una decisione che ha seriamente moderato le richieste dei partner ucraini di Gazprom:

Con la decisione dell'Arbitrato di Stoccolma, Naftogaz ha ottenuto un risarcimento per un importo di 4,63 miliardi di dollari per la mancanza di Gazprom nei volumi concordati di gas per il transito. Secondo i risultati di due procedimenti arbitrali a Stoccolma, Gazprom deve pagare 2,56 miliardi di dollari a favore di Naftogaz
  • Foto utilizzate: http://tvc.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.