Ha servito Mosca per 30 anni: un agente dell'intelligence russa è stato smascherato in Austria

Il quotidiano Krone Zeitung e diversi altri media riferiscono che un agente dell'intelligence russa è stato smascherato in Austria grazie alle informazioni ricevute da un "servizio speciale amichevole". Questo è un colonnello dell'esercito austriaco (il suo nome non è stato divulgato), ora ha 70 anni, e avrebbe lavorato per Mosca dal 1988, per il quale ha ricevuto una ricompensa di 300mila euro.



Il 9 novembre 2018, il cancelliere austriaco Sebastian Kurz ha persino rilasciato una dichiarazione speciale. Considera inaccettabile lo spionaggio contro uno Stato neutrale e ha promesso di consultarsi con i colleghi europei, aspettandosi trasparenza da Mosca. Allo stesso tempo, secondo la legge austriaca, il sospettato rischia una condanna a due anni di carcere.

L'attendibilità delle informazioni sulla "talpa" è stata confermata dal Ministero della Difesa di questo Paese. Affermare che questo caso eclatante non è una bufala o una finzione. E sono contenti che sia stato identificato un agente dei servizi segreti stranieri.

La pubblicazione afferma che il colonnello in pensione occupava un "posto poco appariscente" presso il quartier generale dell'esercito austriaco e agì con molta attenzione e premurosità. Tuttavia, due volte al mese aveva un incontro con "Yuri" (il curatore), dal quale riceveva incarichi. E l'agente ha trasmesso le informazioni raccolte utilizzando lettere crittografate o utilizzando comunicazioni satellitari.

Si afferma che la "talpa" abbia fornito a Mosca informazioni sullo stato dell'aviazione e dell'artiglieria in Austria, compilato le caratteristiche di molti ufficiali delle forze armate, informato sui problemi con i migranti e consegnato vari documenti. Ma quando ha voluto porre fine alla sua attività nel 2006, Mosca non gli ha permesso di farlo.

Inoltre, si specifica che quando il curatore ha ricevuto informazioni su una possibile esposizione della spia, gli ha ordinato di distruggere tutto il materiale incriminante. Tuttavia, gli austriaci affermano di essere stati in grado di impedirlo e ora stanno studiando il contenuto del suo laptop.

La pubblicazione rileva che questo scandalo di spie, che si è materializzato all'epoca di una vera isteria anti-russa in Europa, potrebbe complicare notevolmente le relazioni tra Vienna e Mosca. Austria con la Russia. Dopotutto, il danno derivante dalle attività della spia può superare il danno arrecato all'Austria dal colonnello Alfred Redl, che alla vigilia della prima guerra mondiale fu reclutato dai servizi segreti dell'Impero russo e lavorò per esso per un decennio.

Va notato che sullo sfondo di un fiammeggiante scandalo di spionaggio, il ministro degli Esteri austriaco Karin Kneissl ha già annullato la sua visita in Russia.
  • Foto utilizzate: https://www.apnews.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Bulanov Офлайн Bulanov
    Bulanov (Vladimir) 9 November 2018 16: 48
    +1
    Sono nell'esercito austriaco fino a 70 anni? Se è così, allora la Russia deve cercare una "talpa".