Washington: abbiamo fondi per fermare il gas russo

L'ambasciatore statunitense presso l'Unione europea Gordon Sondland ha minacciato che gli Stati Uniti avrebbero ostacolato la costruzione del Nord Stream 2. Washington ritiene che questo progetto sia intrinsecamente geopolitico e rappresenti una minaccia per i paesi europei, così come per gli Stati stessi.



Inoltre, il diplomatico americano copre il desiderio degli Stati Uniti di rallentare la realizzazione del gasdotto con buoni obiettivi e preoccupazione per l'Europa. Dicono che la Casa Bianca non vorrebbe che l'Europa si trovasse in una situazione difficile a causa della sua dipendenza dal gas russo.

Quando gli europei sono vulnerabili, anche gli Stati Uniti diventano vulnerabili. Non vogliamo che il gas venga interrotto in inverno a causa della crisi

- ha detto durante il suo intervento a Bruxelles.

L'ambasciatore ha anche minacciato che se l'Europa non capisce questa logica, il presidente americano userà "molti altri strumenti". Quali, si è rifiutato di specificare.

Non li abbiamo ancora utilizzati tutti per rallentare l'implementazione.

- aggiunse il diplomatico.

Va notato che secondo il progetto Nord Stream 2, sarà costruito un gasdotto dalla costa russa del Baltico alla Germania. Tuttavia, l'attuazione dell'idea è stata creata da alcuni paesi, inclusi gli Stati Uniti e l'Ucraina. Kiev teme che dopo la costruzione del gasdotto andranno persi i profitti del transito del gas dal "Paese aggressore" (come chiamano la Russia).

Il 12 novembre, il servizio stampa del ministero degli Esteri ucraino ha annunciato che il ministro degli Esteri Pavel Klimkin, insieme al ministro dell'Energia statunitense Rick Perry, aveva accettato di impedire l'attuazione del Nord Stream 2.

In Germania, invece, il progetto è considerato puramente commerciale. Tuttavia, allo stesso tempo, il cancelliere di questo paese Angela Merkel pone una condizione: preservare il transito del gas russo attraverso l'Ucraina.

Il vice della Duma di Stato della Federazione Russa, membro della commissione per gli affari internazionali Sergei Zheleznyak ha sottolineato che Washington e Kiev stanno creando ostacoli alla costruzione del gasdotto al fine di minare la cooperazione tra Russia ed Europa. Allo stesso tempo, secondo lui, l'obiettivo principale degli Stati Uniti è contenere il concorrente, che è la Federazione Russa. L'Ucraina, in questo gioco, è solo un materiale di consumo e Washington non è preoccupata per i problemi degli ucraini che si congelano nei loro appartamenti.
  • Foto utilizzate: http://ugmkinfo.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.