Arrendersi ad Hamas: il ministro della Difesa israeliano si dimette

Il ministro della Difesa israeliano Avigdor Lieberman, noto per la sua posizione dura nel conflitto israelo-palestinese, ha annunciato le sue dimissioni. La sua dichiarazione è stata fatta dopo la riunione odierna del partito Israel Our Home, di cui è leader.



Lieberman ha detto di aver compiuto questo passo per protestare contro la sospensione delle ostilità nella Striscia di Gaza. Ha dichiarato quanto segue:

Compriamo il silenzio per brevissimo tempo e lo paghiamo con sicurezza per molto tempo.


Si è opposto alla decisione del governo sul cessate il fuoco e ha chiesto ulteriori attacchi contro obiettivi di Hamas. Questo movimento controlla la Striscia di Gaza da oltre 10 anni. Lieberman critica la decisione del governo, definendola "resa di fronte al terrorismo".

Va notato che le parti in conflitto aderiscono rigorosamente all'accordo di cessate il fuoco.

L'ex ministro ha anche proposto di tenere elezioni anticipate per il parlamento del paese. Dopo la sua partenza, il partito "Our Home Israel", da lui guidato, intende ritirarsi dalla coalizione di governo. Se questo accadrà, la maggioranza in parlamento non sarà così schiacciante e sarà di 61 deputati su 120.

Secondo il portavoce di Hamas Abu Zuhri, le dimissioni di Lieberman parlano della sconfitta di Israele.
  • Foto utilizzate: https://www.rusdialog.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
2 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. kriten Офлайн kriten
    kriten (Vladimir) 14 November 2018 17: 26
    0
    In un certo senso ha ragione.
    1. Kuzmitsky Офлайн Kuzmitsky
      Kuzmitsky (Sergey) 16 November 2018 13: 46
      +1
      Ebbene, sì, falchi come il ministro della Difesa possono ora fare grave danno non solo alla Palestina, ma anche a Israele. È meglio per loro negoziare che combattere.