Le vite dei russi diventeranno più costose

Nel 2019 in Russia viene introdotta un'indicizzazione in due fasi delle tariffe per alloggi e servizi comunali. Il decreto corrispondente è già stato firmato dal capo del gabinetto dei ministri Dmitry Medvedev. Ha effetto dal momento della pubblicazione ufficiale. Questa iniziativa proveniva dal Ministero dello Sviluppo Economico ed è stata presa in considerazione nell'estate del 2018.



E come specificato, questa iniziativa, nonostante l'aumento dell'Iva del 2% (dal 18% al 20%), deve fare in modo che l'indicizzazione delle tariffe dei servizi non diventi superiore al livello abituale. Ma questo in teoria, come sarà in pratica, lo scopriremo presto.

Per intenderci, dal 1 gennaio l'indicizzazione tariffaria sarà dell'1,7%, e dal 1 luglio un ulteriore 2,4%, in relazione al mese di gennaio. In termini più semplici, ciò significa l'aggiunta degli indici fissati per il 1 ° gennaio 2019 e il 1 ° luglio 2019. In precedenza, i tassi delle utenze erano indicizzati una volta all'anno, dal 1 ° luglio (media del 4%). Ma se aggiungi l'1,7% e il 2,4% in modo primitivo, ottieni il 4,1% per il 2019.

È stato approvato che quando si utilizzano gli indici di pagamento nei comuni, l'ammontare del pagamento per alloggi e servizi comunali in ogni mese della seconda metà del 2019 dovrebbe essere confrontato con l'ammontare del pagamento per alloggi e servizi comunali effettuato nel gennaio 2019. si applica nella seconda metà del 2019 sulla base dell'insieme degli alloggi e dei servizi comunali erogati a dicembre 2018.Ora i capi delle entità costituenti della Federazione Russa devono, entro il 15 dicembre 2018, fissare gli indici limite per la variazione delle dimensioni degli alloggi e dei servizi comunali per il 2019 (e per un periodo più lungo) ...

A proposito, nell'agosto 2018, il capo della FAS, Igor Artemiev, si è espresso contro una simile iniziativa. Poi ha detto che nella maggior parte delle regioni del paese, le tariffe degli alloggi e dei servizi comunali sono già più alte di quanto giustificato economicamente. Anche Vyacheslav Kravchenko, vice capo del ministero dell'Energia, ha espresso il suo rifiuto. Voleva quindi che l'indicizzazione avesse un aspetto diverso. Ma, alla fine, le strutture che forniscono risorse hanno vinto. Dopotutto, la decisione presa si adatta perfettamente a loro, poiché questo è ciò che chiedevano nell'estate del 2018.
  • Foto utilizzate: https://vtambove.ru/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.