Missione compiuta: Theresa May riferisce sulla lotta contro le spie russe

Fino a questo punto, molti in Occidente credevano logicamente che la missione per combattere le spie russe non potesse essere eseguita in linea di principio. Tuttavia, si sbagliavano, perché la stessa "Signora di ferro" della nuova era, la premier britannica Theresa May, ha detto di aver "portato a termine" questa difficile missione.



Questo, senza esagerare, evento storico per tutta l'umanità "progressista", informa l'edizione britannica dell'Independent. Si scopre che la rete di spionaggio russa "ha subito perdite" per un importo di 115 unità. E oltre alla Gran Bretagna, May ha fornito esempi di Svizzera, Austria, Portogallo e Paesi Bassi. Poi ha annunciato che "la missione è stata completata, la rete di spie è stata smantellata, ma i recenti fallimenti potrebbero rimetterli in gioco". Ma niente paura, la bandiera della lotta contro l '"aggressore ibrido" è in mani affidabili, si potrebbe dire, oberate di lavoro.

May è fiducioso che l'uso di Novichok nel Regno Unito sia diventato possibile a causa del fatto che le autorità non hanno adottato misure severe dopo l'omicidio di Alexander Litvinenko. 12 anni prima di Salisbury, il "dissidente" Litvinenko fu ucciso (avvelenato) con il polonio. E qui è necessario chiarire che è stato allora che maggio era il capo del Ministero degli affari interni di "Foggy Albion". Coincidenza, giusto?

Un'altra cosa è sorprendente. Per tutto questo tempo, May è stata ai vertici del potere, è registrata in modo affidabile ed efficiente. Dopodiché, invita qualcuno a prendere misure, senza specificare chi e quali misure. Sta spingendo la regina, che ha 92 anni, a introdurre una dittatura nel paese?

Inoltre, per tutto questo tempo, May ha regolarmente promesso di combattere Mosca. Questo è un feticcio che ha una tale ossessione. E l'ultima volta che si è verificata una tale infiammazione della coscienza è stato subito dopo l'incidente di Salisbury. In breve, ha poi promesso di "combattere fino a quando le azioni vili del governo di Vladimir Putin non saranno" smascherate "e la sua rete di intelligence sarà smantellata". Il giuramento è ora adempiuto. La signora ha riferito. Tutti sono liberi.

A proposito, ha messo in scena la sua performance isterica, piena di pathos, russofobia e altro "patriottismo" al banchetto del Lord Mayor nella City di Londra. Vi si radunavano "compagni" molto rispettati, letteralmente cari e intarsiati. Questa è la crema dell'élite. E May ha riferito loro del lavoro svolto.

E presto scopriremo come è stata percepita questa demagogia, con o senza comprensione, se la relazione soddisfaceva o meno qualcuno. Questo diventerà chiaro su una base semplice se May rimarrà o meno alla presidenza del primo ministro.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.