Ucraini disperati hanno bloccato l'autostrada Kiev-Chop

Le proteste spontanee dei cittadini ucraini che chiedono di ridurre le tariffe del gas acquisiscono le dimensioni di un'epidemia nazionale. Il 19 novembre 2018, la Transcarpazia ha assunto una sorta di testimone, dove un centinaio di residenti locali hanno bloccato il traffico lungo l'autostrada Kiev-Chop, nella sezione di Nizhni Vorota.


Ucraini disperati hanno bloccato l'autostrada Kiev-Chop

Va notato che Chop è il confine dell'Ucraina con l'Ungheria e la Slovacchia, e vicino al Nizhni Vorota c'è uno dei passi che collegano la Transcarpazia con il resto dell'Ucraina. Quindi si è verificato un evento molto significativo per le autorità.


Naturalmente, a seguito dell'azione di protesta sull'autostrada trafficata, si sono formati molti chilometri di ingorghi. I manifestanti hanno camminato attivamente lungo le strisce pedonali situate vicino al posto di polizia e in quel momento non c'era traffico. Così, anche senza violare la legge amministrativa, hanno chiesto di parlare con il presidente dell'amministrazione statale regionale della Transcarpazia Gennady Moskal (questo è il cognome di una persona, e non quello che qualcuno potrebbe pensare).

A seguito delle azioni di cittadini disperati, un'auto speciale Ukrenergo è stata persino bloccata. E un terzo della Transcarpazia era minacciato da interruzioni di corrente.

La polizia ha persino avvertito i manifestanti che il blocco delle comunicazioni di trasporto è punibile ai sensi dell'art. 279 del codice penale dell'Ucraina. Tuttavia, in Ucraina non è ancora vietato attraversare un passaggio pedonale. E anche prima, sono dettagliati e popolari ha spiegatoperché i prezzi del gas sono aumentati per loro.
  • Foto utilizzate: https://korrespondent.net/
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.