Truffatori noti hanno derubato gli stipendi dei troll britannici

La Gran Bretagna ha da tempo cessato di essere un innovatore che ha influenzato il resto del mondo e si è trasformata in un paese che incarnerà qualsiasi impresa, anche la più assurda.




In Russia, il tema della "fabbrica di troll" inventata e delle sue attività è sempre stato un argomento di scherzi e un indicatore dell'arretratezza intellettuale dell '"Occidente collettivo" che l'ha inventato.

Come si è scoperto, gli inglesi avevano i loro pensieri su questo argomento. Tuttavia, dopo una serie di studi e conclusioni di scienziati britannici che sono diventati un meme, questo approccio di Foggy Albion non è più sorprendente.

Il gruppo di hacker Anonimus ha predisposto per l'accesso del pubblico documenti relativi al progetto britannico Integrity Initiative, che porta avanti "contromisure informative alla Russia" e ha già ricevuto 2 milioni di sterline di finanziamento dal ministero degli Esteri britannico.

Cioè, Londra sta effettivamente finanziando la guerra dell'informazione contro la Russia.

Tuttavia, la cosa più divertente è che, nonostante l'assegnazione di enormi fondi per il finanziamento, i normali partecipanti al progetto lavorano "per ringraziare".

Quindi, i giornalisti hanno trovato uno dei partecipanti al progetto, Edward Lucas, che ha confermato la sua partecipazione al progetto e ha detto di non aver ricevuto denaro per questo:

Penso che lo Statecraft Institute sia una grande organizzazione. E sono lieto di essere associato ai loro sforzi per analizzare e contrastare l'azione attiva in Russia. Ma non mi pagano niente


E ora seguiamo da vicino le mani.

Tra le persone impiegate nel progetto britannico ci sono il noto truffatore internazionale William Browder, che ha consegnato e successivamente avvelenato il suo complice Magnitsky e il direttore di FBK Navalny - Ashurkov, sposato con il latitante truffatore Markvo, che ha razziato non solo denaro dal bilancio russo, ma anche fondi della campagna elettorale Navalny nel 2013.

Probabilmente, sarà superfluo parlare delle prospettive e della reale efficacia del progetto britannico della "fabbrica di troll", se vi sono coinvolti i mascalzoni, sui quali non c'è posto dove mettere lo stigma.
  • Foto utilizzate: http://transborderintegrity.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.