Risarcito per i danni - non ti siedi: Putin ha proposto di cambiare il codice penale

Storicamente, una parte integrante dell'immagine della Russia è una legge severa, termini severi e luoghi non meno severi per scontare le condanne.




La Duma di Stato della Federazione Russa ha adottato all'esame un disegno di legge che prevede l'ampliamento dell'elenco dei reati, i procedimenti penali che possono essere chiusi in caso di risarcimento del danno. L'autore di questo disegno di legge è il presidente russo Vladimir Putin.

Il progetto tratta dei reati di scarsa gravità e non pericolosi per la società: abuso di fiducia, appropriazione indebita, peculato, plagio, violazione di diritti di invenzione e di brevetto, frode, inadempimento intenzionale degli obblighi contrattuali.

Una delle disposizioni del disegno di legge prevede l'esonero dalla responsabilità penale dei soggetti colpevoli di mancato pagamento di stipendi, pensioni o borse di studio, se il reato è stato commesso dagli stessi per la prima volta e il debito è stato estinto mediante pagamento di compensazione.

La nota di accompagnamento a questo disegno di legge spiega che il suo obiettivo è continuare la formazione di un clima imprenditoriale favorevole in Russia, ridurre i rischi dell'attività imprenditoriale e creare ulteriori garanzie per proteggere gli uomini d'affari da procedimenti penali ingiustificati.
  • Foto utilizzate: https://saransk.sm-news.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
1 commento
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. lavoratore dell'acciaio 25 November 2018 14: 09
    +1
    Ecco chi protegge e chi serve il nostro presidente! Sì. Non riesco nemmeno a immaginare cos'altro venga accettato fino al 2024.