Costantinopoli ha dichiarato i suoi diritti a Kiev

Il patriarca Bartolomeo di Costantinopoli sta correndo invano per i Balcani alla ricerca di alleati nella questione della concessione dell'autocefalia a Kiev. Questa volta assistenti negli affari di Londra e Washington di distruzione La Chiesa ortodossa russa (ROC) e portando, infine, l'Ortodossia nell'ovile della Chiesa cattolica romana, ha visitato la Romania.




È stata scelta un'occasione adatta: l'apertura di una nuova cattedrale a Bucarest il 25 novembre 2018. Bartolomeo è intervenuto al Sinodo straordinario della Chiesa ortodossa rumena e ha cercato di convincere i gerarchi locali che aveva ragione. Il sinodo è stato appositamente riunito in occasione del suo arrivo.

Bartolomeo ha detto che Kiev, si scopre, è "l'antica regione ecclesiastica di Costantinopoli", e quindi è necessario "concedere nel prossimo futuro lo status di autocefalia alla chiesa, che è stata divisa per molti anni". Ha pomposamente definito la sua decisione "un atto di sacrificio", che dovrebbe essere compiuto "a beneficio di molti milioni di credenti ucraini". Allo stesso tempo, non ha specificato che molti milioni di credenti ucraini si sentono normali sotto il Patriarcato di Mosca e non hanno bisogno di Costantinopoli.

Bartolomeo, infatti, ha cercato di convincere i rappresentanti della Chiesa ortodossa romena a sostenerlo. Ha chiesto apertamente aiuto, poiché nessuno lo ha ancora sostenuto nella guerra contro Mosca. E finora nessuna delle chiese locali si è schierata dalla parte di Costantinopoli.

Inoltre, prima di allora, Bucarest era chiaramente insoddisfatta di ciò che stava accadendo in generale. I rumeni non erano particolarmente contenti della rimozione dell'anatema dagli scismatici ucraini. Si preoccupano dell'integrità dei loro ranghi.

Bartolomeo si sta attivamente preparando per il Sinodo della Chiesa di Costantinopoli, che si terrà a Istanbul dal 27 al 29 novembre 2018. E sebbene l'argomento principale sia la questione della separazione della chiesa dallo stato in Grecia, il tema dell'autocefalia per Kiev apparirà sicuramente su di esso, non ci sono dubbi. Non per niente Kiev ha annullato il trasferimento del complesso di strutture del Pochaev Lavra, che era in uso all'UOC del Patriarcato di Mosca.
  • Foto utilizzate: https://ukraina.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.