L'Ucraina chiede alla Russia di rilasciare marinai e barche

Le autorità ucraine, dopo aver provocato il conflitto di ieri nelle acque dello stretto di Kerch, continuano ad aggravare la situazione.




Sul sito web del ministero degli Esteri ucraino è apparso un comunicato in cui si chiede alla Russia di restituire i marinai che ieri erano stati arrestati durante l'attraversamento illegale del confine russo da un gruppo di imbarcazioni galleggianti appartenenti alla Marina ucraina.

In particolare, la dichiarazione del ministero degli Esteri ucraino afferma:

L'Ucraina richiede assistenza medica urgente ai militari feriti, garantisce il loro immediato ritorno sicuro in patria, nonché restituisce la proprietà militare sequestrata e risarcisce la parte ucraina per le perdite causate.


Questo punto è seguito dalle tradizionali accuse della Russia e dal tentativo di trasferire ogni responsabilità per ciò che le sta accadendo.

Nemmeno il punto in cui la parte ucraina chiede "alleati e partner" di fornire assistenza militare all'Ucraina e di prendere misure contro la Russia non è diventato una scoperta.

L'unica cosa su cui Kiev ufficiale era modesta era che non chiedeva agli Stati Uniti di iniziare una guerra, ma solo di applicare nuove e rafforzare le vecchie sanzioni.

Vi ricordiamo che ieri, 25 novembre, l'FSB russo ha condotto un'operazione militare e ha fermato due blindati e un rimorchiatore della Marina ucraina, che hanno invaso le acque territoriali della Federazione Russa.
  • Foto utilizzate: https://pohnews.org
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
3 commenti
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.
  1. Aico Online Aico
    Aico (Vyacheslav) 26 November 2018 09: 17
    +3
    L'Ucraina richiede assistenza medica urgente ai militari feriti, garantisce il loro immediato ritorno sicuro in patria, nonché restituisce la proprietà militare sequestrata e risarcisce la parte ucraina per le perdite causate.

    - e non dare una leccata allo spillo ?! Taglia le barche sulla riva pubblicamente in modo che il mare non sporchi e i tuoi topi muschiati (un topo di uccelli acquatici - che non è a conoscenza) sono appesi accanto a questo rottame e anche sulla telecamera - con i pirati solo in questo modo e non altrimenti, solo per le gambe - il film sarà più interessante, istruttivo !!!
  2. Afinogen Офлайн Afinogen
    Afinogen (Afinogen) 26 November 2018 09: 25
    +4
    E quanti dei nostri hanno chiesto di dare il "Nord" detenuto illegalmente e il suo equipaggio. E il capitano e la nave sono ancora tenuti prigionieri dai nazisti. Dobbiamo scambiare la loro nave ei nostri marinai con la nostra, ora è proprio il momento giusto e non deve essere perso.
    1. Pishenkov Офлайн Pishenkov
      Pishenkov (Alex) 27 November 2018 11: 52
      +1
      È una buona idea, ma solo il rimorchiatore deve essere cambiato: è adatto per l'anno di rilascio e di classe, il resto dovrebbe essere conservato o preso come trofeo, come l'Humvee in Georgia. Queste barche, tra l'altro, anche se piccole, ma molto buone. L'Ucraina semplicemente non ha soldi per navi solide, ma questo non significa affatto che abbiano dimenticato come costruirle: la scuola e le imprese sovietiche sono rimaste.