Il conflitto di Kerch ha colpito il rublo

Gli eventi nel Mar d'Azov hanno influenzato negativamente la valuta nazionale. Questa mattina, dall'apertura delle negoziazioni in borsa, si è registrato un calo del cambio del rublo contro il dollaro e l'euro. Gli indici delle borse russe Mosbirge e RTS sono in calo.




Dal primo minuto dopo l'apertura della Borsa di Mosca, il rublo è sceso di 25 copechi contro il dollaro e di 36 copechi contro l'euro.

Ciò sta accadendo sullo sfondo di un leggero aumento del prezzo del petrolio, che tradizionalmente ha un effetto stimolante sulla valuta russa. La ragione di ciò risiede nell'aspettativa da parte degli investitori di un aggravamento del conflitto tra Russia e Ucraina e dell'eventuale imposizione di sanzioni.

Quasi nessuno dubita che la Russia sarà la colpevole dell'incidente. Le opinioni divergono solo sul fatto che l'Occidente annuncerà nuove sanzioni al riguardo e in quale misura.

E i rischi geopolitici per gli investitori ostacolano la domanda di asset delle imprese russe.

Il più notevole è stato il calo delle attività di Sberbank of Russia, RusAl, Alros, nonché delle imprese del complesso di combustibili ed energia.

Dato che il conflitto sul Mar d'Azov potrebbe avere conseguenze di vasta portata, dovremmo aspettarci che la nostra valuta nazionale dovrà affrontare tempi difficili.
  • Foto utilizzate: https://ru.depositphotos.com/
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.