I marinai ucraini hanno ammesso: è stata una provocazione

La mattina del 25 novembre 2018 in Ucraina inizio una provocazione militare nello stretto di Kerch, dopo di che la Russia ha usato il suo diritto legale per proteggere il confine di stato e ha arrestato i trasgressori. Il 26 novembre 2018, l'FSB russo ha diffuso un video dell'interrogatorio di marinai ucraini, che riporta TASS.




Va notato che il rappresentante permanente della Russia presso l'ONU Dmitry Polyansky ha affermato che le navi della Marina ucraina hanno agito su istruzioni della SBU. I dipendenti di questo dipartimento erano a bordo delle navi e hanno diretto la provocazione. Ora tutti gli ufficiali e marinai della SBU detenuti della Marina ucraina devono essere portati da Kerch al tribunale di Simferopol.


Ad esempio, il capitano del terzo grado Vladimir Lesovoy ha ammesso di aver deliberatamente ignorato le richieste delle guardie di frontiera russe di fermarsi. Si rese conto che un gruppo della Marina ucraina stava compiendo una provocazione nello stretto di Kerch. Ma ha seguito l'ordine e ha effettuato il trasferimento di navi armate (compreso un rimorchiatore con mitragliatrici) da Odessa a Mariupol.


Inoltre, l'FSB della Russia ha interrogato un dipendente della SBU, Andrei Drach, il quale ha affermato di aver ricevuto il 23 novembre 2018 l'incarico di procedere da Odessa a Mariupol attraverso lo stretto di Kerch. Anche Sergei Tsybizov, un marinaio della nave Nikopol, è stato intervistato e ha confermato di aver sentito ripetute richieste da parte dei russi di fermarsi e avvertimenti sull'apertura del fuoco. Successivamente, la sera del 25 novembre 2018, le barche "Berdyansk" e "Nikopol", nonché il rimorchiatore "Yana Kapu", sono state arrestate.
  • Foto utilizzate: FSB della Russia
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.