Cosa sarebbe potuto accadere al dock galleggiante PD-50: una nuova versione

L'allagamento del bacino galleggiante PD-50 è stato un colpo tangibile per l'industria cantieristica russa, tuttavia le cause di questo incidente non sono state ancora completamente indagate.




Alcuni media russi hanno riferito che la causa dell'inondazione del PD-50 nella baia di Kola potrebbe essere stata una saldatura incrinata in uno dei compartimenti di galleggiamento critici della gigantesca struttura.

Le crepe nella saldatura sono state scoperte dai subacquei durante un'indagine esterna dello scafo della banchina. Gli esperti trovano difficile trarre una conclusione inequivocabile.

Secondo loro, il motivo potrebbe essere sia il lavoro di saldatura di scarsa qualità che la naturale fatica del metallo: il molo è stato creato da un cantiere navale svedese nel 1979 ed è stato operativo da allora.

Le indagini sull'incidente del PD-50 verranno proseguite e nel corso di essa verranno effettuati numerosi studi ed esami. Un'indagine subacquea completa del molo sommerso continuerà fino a dicembre. I risultati del sondaggio determineranno come sollevare la struttura e ripararla.

Data l'unicità di questa struttura e la sua importanza per l'industria navale russa, si può presumere che sarà fatto ogni sforzo possibile per sollevare e ripristinare il gigantesco bacino galleggiante.
  • Foto utilizzate: http://ruswars.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.