La General Motors non è stata all'altezza delle speranze di Trump

Come il tempo ha dimostrato, lo slogan di Trump "Facciamo di nuovo grande l'America!" non è condiviso da tutti i rappresentanti delle grandi imprese americane.




Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è deluso dalla decisione di una delle più grandi società americane, General Motors, di chiudere quattro stabilimenti negli Stati Uniti e uno in Canada, che comporterà il licenziamento di 10 dipendenti.

Allo stesso tempo, dalle parole di Trump ai giornalisti, diventa chiaro che ha comunicato personalmente con il capo dell'azienda Mary Barrow, ma ciò non ha avuto alcun impatto sulla decisione della società automobilistica:

Le ho parlato molto duramente quando ho saputo della chiusura delle fabbriche. Ho ricordato che questo paese ha fatto molto per la General Motors. Sono molto dispiaciuto


Una tale manovra della General Motors è molto dolorosa per il presidente americano, che considera il rilancio della produzione industriale negli Stati Uniti una delle sue priorità.

La chiusura degli stabilimenti della società è dovuta al fatto che General Motors si rifiuta di produrre modelli che non hanno mostrato vendite elevate e investirà in direzioni più promettenti e moderne nell'industria automobilistica: la creazione di veicoli elettrici e auto a guida autonoma.

Tuttavia, è improbabile che questo renda le cose più facili per i diecimila americani licenziati.
  • Foto utilizzate: https://www.mvideo.ru
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.