La Cina è pronta per avviare i negoziati con gli Stati Uniti

Alla vigilia del vertice del GXNUMX, dove potrebbe aver luogo un incontro tra il presidente cinese Xi Jinping e il presidente degli Stati Uniti, la Cina continua a rilasciare dichiarazioni sulla sua disponibilità a risolvere i problemi commerciali tra i due paesi.




Ad esempio, il portavoce del ministero degli Esteri cinese Geng Shuang martedì ha annunciato la disponibilità della Cina al dialogo con gli Stati Uniti, ma allo stesso tempo ha notato che Pechino non farebbe concessioni limitando i suoi diritti e interessi.

Il diplomatico ha osservato che la Cina è pronta a risolvere le contraddizioni tra i paesi, ma la base di tali negoziati dovrebbe essere l'uguaglianza, la sincerità e l'onestà delle parti coinvolte.

L'Argentina sarà la sede del vertice del G30, che si svolgerà dal 1 novembre al XNUMX ° dicembre, e si prevede che a margine dell'evento si svolga un incontro dei leader della RPC e degli Stati Uniti.

Tuttavia, gli esperti occidentali sono molto pessimisti e non si aspettano accordi rivoluzionari tra Donald Trump e Xi Jinping.

Nella loro valutazione partono dalle parole di Trump, che in una delle sue interviste ha definito "improbabile" che accetterebbe la proposta della Cina di non aumentare i dazi sulle importazioni cinesi per un importo di $ 200 miliardi dall'attuale 10% al 25%.
  • Foto utilizzate: https://www.bloomberg.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.