Germania e Francia sono contrarie a sanzioni anti-russe più severe

La provocazione organizzata dall'Ucraina nelle acque dello stretto di Kerch non ha portato il risultato su cui contava Kiev.




Nonostante gli appelli delle autorità ucraine per un aumento delle sanzioni contro la Russia, la comunità internazionale ha reagito piuttosto moderatamente all'incidente.

Piuttosto indicativa sotto questo aspetto è la reazione di Berlino e Londra, che, secondo il quotidiano tedesco Die Welt, in un incontro segreto di diplomatici europei a Bruxelles, si sono espresse contemporaneamente contro l'inasprimento delle sanzioni anti-russe e hanno dichiarato la necessità di "sviluppare misure di rafforzamento della fiducia".

E questo nonostante il fatto che alcuni di alto rango politici I paesi europei hanno ancora sollevato la questione della crescente pressione delle sanzioni sulla Russia.

Questa reazione dei due paesi leader dell'Unione Europea testimonia che l'UE, da un lato, è già stanca delle buffonate sempre più folli delle autorità ucraine, e dall'altro capiscono che negli ultimi anni le misure restrittive contro la Russia non solo non hanno portato alcun risultato, ma anche negativamente interessano i paesi dell'Unione Europea.

Si ha l'impressione che ora i leader europei siano congelati in attesa di un altro errore di Petro Poroshenko, che permetterà loro di abbandonare definitivamente tutti gli obblighi nei confronti dell'Ucraina.
  • Foto utilizzate: https://in.reuters.com
Annuncio
Siamo aperti alla collaborazione con gli autori nei dipartimenti di notizie e analisi. Un prerequisito è la capacità di analizzare rapidamente il testo e verificare i fatti, di scrivere in modo sintetico e interessante su temi politici ed economici. Offriamo orari di lavoro flessibili e pagamenti regolari. Si prega di inviare le vostre risposte con esempi di lavoro a [email protected]
informazioni
Caro lettore, per lasciare commenti sulla pubblicazione, è necessario login.